Padova – �Sia noi come societ� e sia Bisoli sapremo fare tesoro degli errori commessi”

0
87 views

�Adesso � spiega Bonetto � cerchiamo di lavorare al meglio per rinforzare la rosa perch� il nostro obiettivo primario � mantenere la categoria. Buttare al vento una promozione che � stata voluta fortemente, mi lascerebbe molto amaro in bocca. Come si dice in questi casi, mia colpa, mia massima colpa. Dobbiamo capire gli errori che sono stati commessi e cercare di evitarli allestendo una formazione importante per risalire la classifica�. Il patron conferma che da qui fino al gong del mercato a fine mese ci saranno molti avvicendamenti tra entrate e uscite. �Purtroppo non abbiamo ottenuto i risultati sperati nel girone d�andata dato che qualche giocatore non ha reso secondo quelle che erano le aspettative, per cui � chiaro che dovremo intervenire. Considerato che abbiamo un organico con trentuno giocatori, le uscite saranno superiori agli innesti. Ci lasceranno dieci-undici ragazzi, e ne arriveranno cinque, sei o sette di nuovi. Senza dimenticare che abbiamo anche gli infortunati. Ma sar� una squadra notevolmente cambiata rispetto a quella della prima parte di stagione�. [�] �Foscarini � una brava persona e se l�avevamo scelto � perch� credevamo in lui. Purtroppo non si � creata quell�empatia tra il tecnico e la squadra, e questo ha portato a cinque sconfitte consecutive. A quel punto ci siamo trovati davanti a un dubbio importante, e con dispiacere la propriet� ha dovuto prendere la decisione di esonerare Foscarini. Mi dispiace moltissimo perch� � una persona per bene e un bravo allenatore, purtroppo nessuno si aspettava cinque stop. Dovevamo dare una scossa e abbiamo riflettuto sulla situazione di Bisoli. Ci siamo parlati e ci siamo decisi a richiamarlo in funzione a una serie di considerazioni. Ha influito anche il suo comportamento corretto e signorile che ha avuto dopo l�esonero. Sia noi come societ� e sia Bisoli sapremo fare tesoro degli errori che sono stati commessi nel passato, il tutto sempre lavorando in sintonia per il bene del Padova�.

Estratto da fonte: Pierpaolo Spettoli per IL GAZZETTINO

Ha sorpreso un po� il ritorno di Bisoli, con il quale vi eravate lasciati in malo modo. Cosa vi ha spinto a tornare sui vostri passi? �Innanzitutto � spiega Bonetto � voglio smentire tutte le dicerie che vedono nel ritorno di Bisoli solamente una questione dettata dal risparmio economico. Non � cos�, non era questo il problema. Abbiamo fatto un�analisi profonda e abbiamo pensato che fosse lui la persona giusta con la quale ripartire. Il tecnico si � comportato da vero signore, lasciando alle spalle tutto ci� che era successo e accettando con entusiasmo. Io sono ritornato sui miei passi, � vero, ma solo le persone poco intelligenti non lo fanno mai. Con Bisoli ci siamo confrontati subito e abbiamo analizzato gli errori commessi�. L�errore pi� grande, a detta di tutti, � stato quello di costruire una rosa extralarge, con ben 31 pedine. Ce la farete a restringerla? �S�, a tutti i costi, non vogliamo ricadere nello stesso sbaglio di luglio. Esclusi i portieri, vogliamo un gruppo di 22-23 giocatori di movimento, per facilitare gli allenamenti e anche per non avere pi� presenze nocive nello spogliatoio. Voglio un ambiente sereno dove tutti remano dalla stessa parte. Spero che nessuno dei giocatori in uscita punti i piedi e faccia i capricci, perch� se dovesse farlo rester� fuori rosa fino a fine stagione�. Lei � stato molto duro ultimamente con i giocatori. Si � pi� confrontato con loro? �Ho solo fatto gli auguri nello spogliatoio di Livorno. Sono stato duro perch�, a mio avviso, qualcuno non ha dato tutto quello che poteva dare per questa maglia. Ma adesso ripartiamo e chi resta avr� grandi motivazioni e cattiveria agonistica�. E con il mercato in entrata come siamo messi? �Bene, speriamo di concludere un altro paio di trattative entro met� settimana. Zamuner � un ottimo professionista e si sta muovendo bene. Ci sono tutti i presupposti per rafforzare al meglio questa squadra. E non � vero che c�� chi non vuole venire a Padova vista la posizione di classifica. Questa piazza ha sempre il suo fascino e conta su una societ� sana�.

Estratto Fonte: Stefano Volpe per Il Mattino di Padova

Fonte: padovacalcio.it