Padova, Mazzocco: “Questa vittoria d� morale e serenit�”

0
68 views

L�uomo che meno ti aspetti � quello che ha sempre risposto presente quando serviva. Con l�umilt� e la discrezione che lo contraddistinguono. Anche perch� Davide Mazzocco ne avrebbe di motivi per �tirarsela�. Quanti giocatori hanno conquistato due promozioni con la maglia biancoscudata? Pochi. Quanti hanno segnato in tre categorie diverse con il Padova? Pochissimi. E Mazzocco, a 23 anni, sta aggiornando sempre pi� il libro dei record di questa societ�: �Per me � un onore, veramente�, sorride il centrocampista nativo di Quero. �Sono cresciuto, passo dopo passo, al fianco di questa societ� quando � ripartita da zero e sono legatissimo a questa maglia per la quale dar� sempre tutto�. Non � un rapporto come tutti gli altri e si vede anche da quanto abbia sofferto le ultime settimane tribolate, contraddistinte dalla crisi di risultati e dall�esonero di mister Bisoli. �Da quando sono arrivato qui non avevo mai vissuto una situazione del genere, l�esonero di Parlato fu un po� diverso. Qui si era creata un�aria pesante, avevamo bisogno di una svolta, non potevamo pi� andare avanti cos� e fortunatamente la scossa � stata positiva�. Alla prima partita di Foscarini, Mazzocco ha guadagnato la maglia da titolare, ripagando l�allenatore con una prestazione di grande livello, contraddistinta dall�assist per il Bonazzoli e dal gol (il suo secondo in stagione) del momentaneo 3-1. �Sono molto felice, soprattutto per la squadra. Il momento era delicato e oltre alla vittoria abbiamo sfoderato una prestazione notevole. Non abbiamo mai mollato, abbiamo saputo soffrire e allo stesso tempo attaccare molto. Questa vittoria d� morale e serenit�, rappresentando un punto di ripartenza. Ma guai a credere che sia tutto risolto, dobbiamo dare ancora di pi�. Foscarini ha schierato Mazzocco nel ruolo a lui pi� congeniale, quello di mezzala: �La posizione dove mi trovo meglio. Il mister ci ha chiesto di giocare semplice, ma soprattutto di non rimproverarci l�uno con l�altro in caso di errore, ma di aiutarci e incoraggiarci sempre�.

fonte: il mattino di Padova