Padova, Ravanelli: �Bisoli mi insegna a stare coi piedi per terra e a non mollare mai!�

0
54 views

La Serie B comincia a proporre i primi talenti. Spicca Luca Ravanelli, uomo derby del Padova, difensore di 22 anni in gol a Verona (1-1) e col Venezia (1-0) dopo aver segnato la stagione scorsa in C una sola rete, ovviamente in un derby, a Bassano. Punizione di Clemenza e gol di testa: il gigante di Bisoli s�� presentato cos� nella nuova categoria. Una crescita costante, cominciata sui monti di Trento. La definiscono �montanaro�: cosa ne pensa? �Hanno ragione, vivo in montagna a Monte Vaccino, 800 abitanti sopra a Trento, e io dentro mi sento montanaro�. Giorgio Zamuner, d.g. del Padova e prima agente di calciatori, l�ha scoperta a 16 anni nel Mezzocorona. Come ha fatto? �Il Mezzocorona era in C e mi prese a 12 anni dal Calisio per fare i Giovanissimi e gli Allievi. Loris Bodo, responsabile del settore giovanile, mi ha segnalato a Zamuner e l�ho conosciuto quando mi ha chiamato il Parma per fare un torneo�.
Zamuner l�ha rivoluta la stagione scorsa a Padova e l�ha confermata in questa, sempre in prestito. La fiducia serve? �Quando ho saputo che mi voleva non ho avuto dubbi. Volevo entrare nel mondo dei grandi e Padova era l�ideale, bella piazza che voleva vincere. E mi sono trovato benissimo, la fiducia aiuta e continuare il percorso qui � stato giusto�. Bisoli cosa le insegna? �A stare con i piedi per terra ed essere aggressivo, non mollare mai mentalmente e ha ragione: tutto parte dalla testa�.
Com�� il salto dalla C alla B? �Non sono ancora entrato bene nel mondo della B. Ho fatto due derby molto sentiti, partite a s�, poi vedremo. Di sicuro ci sono giocatori che possono spaccare la partita da soli: a Verona quando � entrato Pazzini in 10� poteva vincerla da solo�.
Chi � il suo modello? �Acerbi mi ha impressionato, quando mi allenavo con lui mi ha colpito l�approccio, e poi per le giocate. Da piccolo invece, da milanista, adoravo Nesta�. Il 30 ottobre c�� Perugia-Padova: gli chieder� l�autografo? �Eh magari� Prima punto a vincere, poi ci provo��.

Fonte: Gazzetta dello Sport