Padova, Zambataro: �Possiamo essere una bella sorpresa, siamo un mix tra giovani e giocatori che hanno militato ad alti livelli�

0
45 views

La sua seconda vita � iniziata a Monza, quando insieme al fratello minore Akililu � stato adottato da pap� Roberto e da mamma Elena. Che oggi naturalmente sono i loro primi tifosi anche per le gesta sul campo. Ecco allora che per Eyob Zambataro la sfida di domenica sera in Tim Cup con i brianzoli rappresenta anche un incrocio sul piano dei sentimenti. �I miei genitori sono milanesi, ma abitano a Monza sin da quando si sono sposati. Dall�Etiopia sono arrivato il 31 marzo 2007, ed � a Monza che sono cresciuto con loro e che ho fatto le prime amicizie. Ho anche iniziato a giocare a calcio, prima all�oratorio della parrocchia Sacro Cuore al Triante, e poi al San Fruttuoso. Ho anche effettuato un camp al Monza calcio, mi volevano prendere, ma non mi era piaciuto l�ambiente. E alla fine sono stato preso nel settore giovanile dell�Atalanta, per cui non mi posso di sicuro lamentare�. Ha dato il suo contributo con dodici presenze nella passata stagione culminata con la doppietta tra campionato e Supercoppa, e adesso si appresta ad affrontare l�esperienza bis con i biancoscudati in serie B con la voglia di stupire ancora. �Gi� prima che terminasse la stagione passata la societ� mi aveva comunicato che voleva tenermi, e quando il mio procuratore mi ha detto che c�era la possibilit� di giocare ancora con il Padova non ho avuto alcuna esitazione perch� era la mia volont�. Per un giovane che alla prima stagione nei professionisti ha vinto il campionato di C, potere continuare la crescita nello stesso ambiente in B � una cosa molto importante e da prendere con grande entusiasmo�. Il 18 agosto compir� vent�anni. Cosa si aspetta dalla stagione ormai alle porte? �Devo affrontarla con seriet� e, ripeto, con entusiasmo. Il mio obiettivo principale � aiutare la squadra a ottenere pi� risultati possibile facendomi trovare pronto quando sar� chiamato in causa�.
Tanti suoi colleghi sono stati confermati, altri sono arrivati. �I nuovi si sono gi� integrati, siamo un mix tra giovani e giocatori che hanno militato ad alti livelli. Noi giovani dobbiamo prendere insegnamento da loro e dare tutti insieme il cento per cento in ciascuna partita. Rispetto al passato campionato, non abbiamo l�ansia di dovere vincere e possiamo essere una bella sorpresa. Dovremo affrontare ogni partita con determinazione e voglia di disputare un grande campionato�.

fonte: gazzettino