Perugia, Moscati: �Io bandiera? Sicuramente dar� tutto�

0
52 views

Questa volta non si pu� dire che si � trattato di una conferenza stampa di presentazione. Di Marco Moscati conosciamo, se non tutto, molto. Tuttavia, tra emozione e considerazioni tecniche, il calciatore ha espresso tutta la felicit� di essere di nuovo a Perugia dopo la promozione in B nel 2014.

�Esser presentato in un posto come questo museo � straordinario � ha esordito Moscati � Sapere poi di far parte di questa magnifica storia mi rende felice ed orgoglioso. Dispiaciuto di aver dovuto lasciare il Perugia dopo la promozione in B? Sicuramente, anche se ogni societ� ha il suo percorso e fa le sue scelte. Io poi ero un calciatore del Livorno. Quando un mese fa ho saputo della trattativa fra il Novara ed il Grifo sono stato subito felicissimo.�

Ruolo fisso, Nesta ed obiettivi futuri.

�Il mio ruolo fisso � sempre stato quello di mezz�ala. L�adattarmi in tanti ruoli era quasi diventata la mia rovina nell�esperienza di Livorno. In questi anni ho fatto occasionalmente anche il terzino ed il trequartista. Con mister Nesta l�impatto � stato positivo. A livello umano mi piace molto. Le mie qualit� tecniche sono sempre quelle di qualche stagione fa, anche se ho cercato di affinarle e migliorarle. Rispetto a quattro anni fa torno con un bel begaglio di partite in serie B. Questo � molto importante. Con il Perugia voglio arrivare lontano, ma porsi obiettivi precisi significa di per s� avere un limite.�

Poi chiosa sul tema dellメessere capitano e bandiera.

�Fare il capitano di questa squadra? Difficilmente un giocatore risponde no a questa domanda, ma ci sono ruoli da rispettare. Io bandiera del Grifo? Ho deciso di tornare qu� anche perch� sapevo che c�era un po� questo tipo di responsabilit� su di me. Sicuramente posso dire che dar� tutto. Esser tornato a titolo definitivo � per me motivo di orgoglio.�

fonte: sportperugia.it