Playout, si aspetta lᄡesito sulla penalizzazione del Foggia per decidere?

0
130 views

A decidere devono essere le regole, non le correnti di pensiero…

Questa mattina, il Consiglio Federale Nazionale si � riunito per discutere su diversi temi. Tra questi, anche la possibilit� di annullare la decisione della Lega B sulla mancata disputa degli spareggi playout. Per regolamento la Lega B non pu� modificare le regole del campionato a stagione in corso e qualsiasi decisione presa in merito, pu� diventare esecutiva solo a partire dalla stagione successiva. Il direttivo si difende dicendo che l�US Palermo � retrocesso d�ufficio in Lega Pro, ma si sbaglia perch� nella sentenza � chiaramente espresso che i rosanero sono stati declassati all�ultimo posto in classifica della stagione 2018/2019. Sembrava una decisione semplice da prendere per la FIGC, di permettere la disputa degli spareggi annullando l�assurdo comunicato n�75 del 13 Maggio 2019, invece si � dimostrata una vera e propria patata bollente da scaricare a qualcun�altro tra una settimana… il Collegio di Garanzia del CONI, proprio lo stesso ente che domani dovr� discutere la possibilit� di restituire uno o due punti di penalizzazione al Foggia Calcio. A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca… sorge un dubbio:

�se il Palermo sar� salvo, magari penalizzato ed il punto ad i rossoneri non verr� restituito, vuoi vedere che non ci sar� bisogno di disputare i playout? Mentre se al Foggia venisse restituito almeno un punto, cosa che vedrebbe la Salernitana del patron Claudio Lotito retrocedere in Serie C direttamente, il CONI dar� il suo consenso alla disputa dei playout?�

Noi crediamo nello sport e nel calcio pulito, per questo la buona fede degli organi competenti � fuori discussione, ma ricordiamo che la decisione del direttivo di B � stata presa prima di conoscere l�esito della sentenza sul ricorso della societ� Foggia Calcio, il che potrebbe indurre a pensare e sarebbe molto grave, che qualcuno sia gi� a conoscenza del risultato della discussione di domani. Al CONI l�ardua sentenza

Articolo a cura di: