Prossimo turno: si “gioca” anche sugli spalti!

0
15 views

Uno dei due incontri di cartello di questa trentaduesima giornata � sicuramente Verona-Taranto. E se la classifica dice che gli scaligeri sono in testa mentre gli ionici devono guardarsi le spalle, gli organici delle due squadre vedono invece tutta una serie di nomi altisonanti e giocatori di categoria superiore. Per questo potrebbe essere una partita combattuta sia in campo che sugli spalti: la novit� � infatti il “non divieto” di trasferta per i tifosi tarantini, che cos� potranno seguire la propria squadra al Bentegodi. Ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni.

Foggia-Pescara � l´altra partita da seguire. In settimana in Abruzzo (e non solo) sono stati fatti i salti mortali per portare i tifosi biancazzurri allo Zaccheria, in barba a tutti i regolamenti e alle leggi messe a punto in questi anni per rendere pi� sicuri gli stadi. Si prevede grosso afflusso di pubblico con la speranza di vedere sugli spalti il tifo e la passione, e in campo una bella partita tra chi lotta per la promozione e chi lotta per la salvezza: due squadre che attraversano un ottimo momento, sono lanciatissime verso i rispettivi obiettivi e hanno necessit� di fare risultato pieno.

Scontro testa-coda al Viviani: in casa del fanalino di coda Potenza arriva la prima della classe Portogruaro. La squadra di Capuano, gi� retrocessa sta cercando di onorare il campionato fino alla fine e l´impegno non manca. C´� da scommettere che anche contro la squadra di Calori i lucani si impegneranno a fondo come promesso qualche settimana fa. I veneti, dopo il mezzo passo falso casalingo contro il Foggia non possono pi� sbagliare se aspirano alla promozione diretta.

La gara del Progreditur tra Real Marcianise e Ternana � fondamentale per entrambe le squadre: i padroni di casa, a quota 37 punti, sono a pochi passi dal miracolo, essendosi quasi tirati fuori nelle ultime giornate da una situazione catastrofica, compiendo un´impresa su cui nessuno avrebbe scommesso. Due sole sconfitte per gli uomini di Boccolini nel girone di ritorno e dodici punti in sei partite. Le fere, in zona playoff, sono in serie positiva da sei turni ma hanno rallentato la corsa: il fiato del Rimini sul collo si sente, e occorre stringere i denti per mantenere la posizione.

Dopo la scoppola rimediata all´Adriatico una settimana fa, la Reggiana affronta la Spal allo stadio Giglio. I granata sono chiamati a disputare una prova di orgoglio per invertire il trend non proprio positivo delle ultime giornate e mantenere quel quarto posto in classifica che significa playoff. Ma gli estensi, che in questo girone di ritorno sono rinati, daranno del filo da torcere alla squadra di Dominissini, provando a portar via qualche altro punto utile alla salvezza.

Il Lanciano in crisi ospita al Biondi un Rimini lanciatissimo. I romagnoli, sesti in classifica, con le tre vittorie nelle ultime quattro gare si sono riavvicinati prepotentemente ai playoff: Reggiana e Ternana sono nel mirino a un sol punto di distanza e l´occasione per acciuffarne almeno una � da sfruttare, soprattutto perch� i frentani sono in caduta libera. La squadra di Pagliari non vince da sei turni, in cui ha racimolato solo tre punticini, ed � stata risucchiata nella lotta per la salvezza: la vittoria serve come il pane per uscire da questa brutta situazione.

La gara tra Cosenza e Ravenna vede di fronte due squadre che erano partite per fare un campionato di vertice. E se i silani sono ormai fuori dalla portata dei playoff, i romagnoli sono addirittura invischiati nella lotta per la salvezza. I padroni di casa non vincono da sei turni, gli ospiti addirittura da undici. Eppure un pareggio potrebbe accontentare entrambe le compagini.

L´Andria ospita il Pescina: uno scontro diretto in cui la squadra pugliese, che nelle ultime dieci gare ha vinto solo una volta, deve assolutamente aggiudicarsi l´intera posta in palio per riuscire a centrare l´obiettivo salvezza. Da parte loro i marsicani, con la loro classifica deficitaria, potrebbero essere gi� mentalmente proiettati verso i playout e quindi non decisi a tutto per uscire indenni dal Degli Ulivi.

Al Fadini si gioca Giulianova-Cavese. Gli abruzzesi, penultimi, sono reduci dal derby vinto in casa del Pescina ma non hanno molte possibilit� di evitare i playout. Si gioca solo per un piazzamento migliore contro i metelliani che, invece, sono a pochissimi punti dalla salvezza diretta: quegli stessi punti sfuggiti una settimana fa al Lamberti a dieci minuti dalla fine nello scontro diretto con l´Andria. Una vittoria porterebbe gli aquilotti quasi del tutto fuori dalle sabbie mobili.