Qui Bari – Auteri: Foggia forte, noi non guardiamo la classifica”

0
321 views

Vigilia di derby. Il Bari è pronto a sfidare il Foggia. In conferenza le parole di mister Auteri: “Noi dobbiamo pensare a fare la prestazione, a guadagnarci il consenso sul campo, sapendo sempre che non è mai facile. I meriti vanno acquisiti sul campo, partita dopo partita. Guardare la classifica ha poco senso in questo momento, meglio guardare la crescita del gruppo. Cosa vorrei vedere domani? Dobbiamo giocare una partita attenta, concentrata, determinata. Il Foggia è forte, dobbiamo accettare il confronto, dobbiamo mettere dentro tutto ciò che serve. Dovremo avere facce diverse”.

Auteri prosegue… “Le trappole sono disseminate ovunque: non ci sono risultati pre-confezionati. Dobbiamo giocare con positività e autorevolezza. Pubblico? Il fatto che non sia presente, in un derby e a Foggia, è obiettivamente un vantaggio. Però poi il confronto avviene sul campo. Quando andiamo fuori casa abbiamo questo piccolo vantaggio, anche se noi non facciamo differenza fra casa e trasferta, cerchiamo sempre di imporci. Maita e Montalto? Stanno bene. Maita si è sempre allenato, Montalto dopo il lavoro differenziato si è aggregato, sono entrambi disponibili. Chi in difesa? Non ho ancora deciso. Non ci sono promozioni o bocciature, penserò ad ogni aspetto fino a domani. Ci sono tanti calciatori che possono far bene”.

L’avversario“II Foggia è una buona squadra. In un breve arco temporale è difficile che escano dei verdetti definitivi. Può fare un campionato tranquillissimo, anche di media-alta classifica”.

Auteri analizza sui singoli… “Bianco sarà della partita. De Risio l’ho visto oggi, ha superato le problematiche ma ha bisogno di lavorare, non andrà sicuramente in campo, anche se sta bene. Simeri ha bisogno ancora di un po’ di tempo. Andreoni è a curarsi, non ci sarà per un po’. Li aspettiamo”.

Sul Covid e i rinvii… “Qualche difficoltà c’è. Noi viviamo quasi in una bolla, non rimane tempo per le cose extra. Dovremmo prestare tutti più attenzione. Anche la Lega, deve essere molto più presente. In Viterbese-Vibonese non ho visto questo, e guarda caso i calciatori della Vibonese son rimasti contagiati”.

Fonte: tuttobari.com