Ranieri: “Nessuna squadra pu� sentirsi al sicuro, nelle prossime partite chi far� pi� punti si salver�”

0
122 views

Dopo l�allenamento pomeridiano a porte aperte presso lo stadio Pino Zaccheria, il giovane difensore rossonero Luca Ranieri in sala stampa ha dichiarato:

“Ormai la sconfitta � stata sbollita, � stata una settimana intensa per prepare la gara con lo Spezia. Gli errori arbitrali ci stanno penalizzando e ne stanno capitando un po� troppi, con lo Spezia cercheremo di fare meglio e conquistare la vittoria.
Zambelli � stato molto emozionato contro il Brescia, � un grande uomo. Per me la partita contro lo Spezia � importante, perch� gioco contro la mia citt�, ma in questo momento dar� il massimo per questa maglia.
Sono arrivato qui come esterno basso, poi parlando col mister mi sono adattato come difensore centrale, non ho una preferenza tra i due ruoli.
Questa partita la stiamo preparando al meglio, cercando di dare il massimo. Lo Spezia � molto brava nelle ripartenze, dobbiamo esser bravi a non perder palla soprattutto in zona difensiva.
Se vogliamo salvarci, dobbiamo vincere quante pi� partite possibili per raggiungere il traguardo il prima possibile. Da inizio anno abbiamo affrontato tante battaglie e siamo pronti per le ultime 7 partite.
Salernitana, Cosenza, Cremonese, Livorno ecc… non possono sentirsi tranquille, nelle prossime partite chi far� pi� punti si salver�.
Mi sento bene fisicamente e pronto a dare il massimo per la squadra. Spero che la gente possa riempire sempre di pi� lo stadio per portare a casa insieme a noi questi 3 punti.
I miei genitori non sono tifosi, quando avevo 5 anni andavo a casa con mio padre a seguire lo Spezia… sabato tra gli spalti ci sar� mio padre.
Non posso fare paragoni perch� � stato il mio primo anno da professionista. E� stata un�annata intensa con tante soddisfazioni e delusioni.
Sto bene qui a Foggia, non sono del Foggia… se dovessi scendere di nuovo in serie B cercherei innanzitutto di giocare in questa squadra.
Al mister devo tanto, � stato il primo a credere in me e farmi giocare con continuit�.
Non riesco a trovare un aspetto che mi fa sentire sicuro, ma credo nel gruppo… ognuno di noi vuole togliersi da questa zona il prima possibile.”
Foto: Federico Antonellis