Sedicesima giornata: bentornato Evacuo!

0
21 views

Pur senza Ginestra il Gallipoli riesce comunque a superare in modo agevole il Lanciano: le reti di Riccardo, Mounard e Vastola mettono al sicuro il risultato, intaccato solo dal gol della bandiera di Oshadogan. In casa gli uomini di Giannini restano quindi in testa con 33 punti. Gli abruzzesi si fermano a met� classifica dopo le tre vittorie consecutive delle ultime uscite.

Fatica non poco l�Arezzo di mister Cari per aver ragione della Paganese: Capuano (squalificato e quindi in tribuna) promuove un atteggiamento da “anti-calcio” che fa penare gli amaranto che sbagliano anche un rigore sullo 0-0. Alla fine per�, dopo aver sbloccato con Lauria, i toscani dilagano con Martinetti, e Baclet (ottavo centro stagionale), confermando lo stato di forma e il superamento della crisi che li aveva fermati per qualche settimana.

Un gran bel derby, quello tra Cavese e Benevento: per i sanniti un punto importante in uno stadio difficile come il Lamberti e soprattutto la certezza di aver ritrovato il bomber: Felice Evacuo, all�esordio dopo l�infortunio, realizza il gol del pari dopo che i padroni di casa erano passati in vantaggio con Favasulli. Una freccia in pi� nell�arco del tecnico Soda. Entrambe le squadre restano in piena zona playoff.

Il Perugia spreca un�occasione clamorosa e si fa raggiungere all�ultimo secondo: al Renato Curi, infatti, il Crotone di mister Moriero agguanta il pari quando la lancetta del cronometro segna l�ultimo dei 5 minuti di recupero accordati dall�arbitro. I gol portano la firma di Mezavilla per gli umbri e di Pacciardi per gli ospiti. Due punti persi quindi dai grifoni, anche in virt� del buon gioco espresso nell�arco dei novanta minuti. Preoccupazione invece per i pitagorici, che dopo le due sconfitte hanno rischiato ancora di finire a mani vuote. Un calo di rendimento che ha fatto perdere ai calabresi la testa della classifica, ora sempre pi� lontana.

Torna a vincere il Foggia: 2 a 1 alla Ternana con doppietta del cileno Mario Salgado, intervallata dal momentaneo pari di Concas in apertura di ripresa. Tre punti importantissimi per i rossoneri, a lungo contestati in settimana dai propri tifosi che hanno deciso di non tifare durante la partita. Delusione invece per gli uomini di Baldassarri, dopo una gara giocata con impegno e che poteva certamente regalare qualcosa in pi� agli umbri.

Al Melani la Pistoiese si rivela squadra non facilmente battibile: contro il Pescara ancora un pari per gli arancioni di mister Polverino che agguantano il pari per ben due volte. Prima Bellazzini riequilibra il vantaggio di Felci, poi tocca a Guerri mettere il sigillo del 2-2 finale dopo che ancora una volta gli abruzzesi si erano riportati avanti con un gol di Zeytulaev. La Pistoiese non aveva mai segnato due gol in una partita e non a caso quest � la migliore prestazione stagionale dei toscani. Un pareggio che consente al Pescara di mantenersi sempre vicino alla zona playoff, in barba alla crisi societaria che attanaglia la squadra di Galderisi dall�inizio della stagione

L�altro derby campano tra Sorrento e il Real Marcianise finisce in pareggio: ospiti in vantaggio con Innocenti e padroni di casa che pareggiano con Fialdini. Un risultato che premia gli uomini di Fusi, usciti indenni da un campo difficile, e che nel contempo scatena le ire dei tifosi rossoneri dopo che gi� per tutta la durata dell�incontro avevano duramente contestato Simonelli e la squadra.

Non ce la fa la Juve Stabia a battere il Foligno: finisce 1 a 1 con le reti di Mandorlini per gli ospiti e pareggio del “mago” Grieco per i padroni di casa, proprio allo scadere. Un esordio non fortunato per il neo tecnico delle vespe, Bonetti, bloccato dall�assetto difensivista del collega e rivale Indiani. La situazione per i gialloblu si fa sempre pi� difficile, cos� come per gli umbri: entrambe le compagini restano intrappolate nella zona bassa della classifica.

Allo stadio Viviani il Potenza conferma il momento positivo e vince di misura con un gol di Cozzolino, inguaiando il Taranto. Per gli ionici � la terza sconfitta consecutiva, che vale l�ingresso nella zona playout e la crisi totale, con le dimissioni di Selvaggi che si somma a tutti gli altri malesseri per una situazione societaria ormai imbarazzante. Per i lucani, determinati e attenti, una vittoria che d� morale soprattutto in virt� del tanto sospirato aggancio della Pistoiese in classifica, che � indice dell�avvenuto risanamento del gap dovuto alla iniziale penalizzazione di tre punti con cui il Potenza fa i conti dall�inizio della stagione.

Nella foto, tratta da lostregone.net, lᄡincontenibile gioia di Felice Evacuo, al ritorno al gol dopo il lungo infortunio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui