SORRENTO: Nocentini, “Ruotolo � l´uomo giusto”

0
13 views

�S�, lo confesso: mi sono anche un po� emozionato��. E� agosto, il Sorrento cerca un difensore e l�allenatore di allora, Maurizio Sarri, fa subito il suo nome al presidente Mario Gambardella. Che non esita un istante e lo accontenta, strappando Gianluca Nocentini alla forte concorrenza della Juve Stabia. Un colpo importante, cercato, voluto. Poi comincia il campionato e Nocentini inizia ad avere spazio. A sorpresa, per�, Sarri lo mette in disparte. L�ultima partita a Como, il 18 settembre. Poi tanta tribuna, tanta panchina. Quattro mesi senza mettere piede in campo. Cos� trapelano le indiscrezioni di mercato, che lo danno sul piede di partenza, verso la Nocerina. Poi l�esonero di Sarri e l�arrivo in panchina di Gennaro Ruotolo. Che l�ha subito �blindato� chiedendo alla dirigenza di trattenerlo. �Uno come Nocentini fa comodo. Per me tutti sono sullo stesso livello� ha ripetuto l�allenatore venerd�, alla vigilia della gara col Monza. Sfida che Nocentini ha affrontato dal primo minuto, nel cuore della difesa, riscattandosi dopo tanta amarezza.
�All�inizio mi pareva un esordio. E c�� stato anche un pizzico d�emozione. Sarri? Ha fatto le sue scelte, preferendo altri, ma io guardo avanti. In effetti � spiega Nocentini � avevo pure pensato di andare via. Non giocavo e mi ero proposto di cercare altre soluzioni. Per� la societ� mi ha voluto trattenere e sono contento di come � andata. Qui mi trovo alla grande�. Con Ruotolo � stato subito feeling. Un �motivatore� che sta cercando di raddrizzare l�annata del Sorrento chiedendo intensit�, cattiveria e carattere. La squadra, in fondo, lo segue alla lettera ed il successo con il Monza ha riacceso l�entusiasmo della piazza. �Ruotolo pu� essere l�uomo giusto per mirare in alto � spiega Nocentini �. Ci sta dando tranquillit�, fiducia, serenit�. La squadra � forte e con l�atteggiamento mentale giusto pu� centrare l�obiettivo fissato dalla dirigenza in estate�.
Il Sorrento � tornato in zona playoff, ora da blindare a tutti i costi. Magari andando a vincere a Pavia. �E� fondamentale non cullarsi sugli allori � sottolinea il difensore rossonero -. Siamo per� fiduciosi perch� abbiamo tutti i mezzi necessari per fare la partita e vincerla. Il Pavia, comunque, non � una squadra materasso. Servir� massima attenzione�.

Fonte: resport