Stefani a Calciofoggia.it: “Perder tempo significa tre fratture, con Fiorucci sbloccati psicologicamente”

0
19 views

Nel dimenticatoio qualche settimana fa, tra i miglior in campo nelle ultime due gare disputate. E´ la strana storia di David Stefani, centrocampista grossetano 30enne, accantonato in tribuna con l´arrivo a Foggia di Rumignani, rivalutato poi dopo le dimissioni del tecnico di Genoma grazie all´opera del secondo Fiorucci. Storie di calcio, storie che fanno riflettere, per qualche verso anche sorridere. L´esperto giocatore toscano però preferisce tracciare un linea definitva col recente passato, preferendosi concentrare sul presente che si chiama adesso Silvano Fiorucci: “Siamo molto contenti della conferma del mister – esordisce l´ex livornese – Abbiamo fatto due punti in due partite ma quello che più conta è che ci siamo sbloccati psicologicamente. Ora siamo consapevoli che non siamo una squadra da penultimo posto e guardiamo al futuro con più convizione”. Convinzione e determinazione che è stata dimostrata a Napoli nella sfida del ´San Paolo´, e che ha poi lasciato qualche strascico polemico dopo le dichiarazioni di alcuni giocatori azzurri che hanno accusato i rossoneri di perder tempo ad ogni fallo subito. Stefani, però, non ci sta alle accuse e rincara la dose così: “Dicevano che perdevamo tempo? Ho rimediato tre fratture sotto l´occhio, dovrò giocare con la maschera protettiva e a fine stagione dovrò operarmi. Se questo è perder tempo”. Archiviata la gara di domenica ora c´è da concentrarsi sulla fine del girone di andata che da qualche giorno è ufficialmente targato Fiorucci: “Siamo molto contenti di questa scelta. Il mister è una brava persona, oltre che un bravo allenatore. Accetta consigli, tenta di capire le persone e di risolvere i problemi insieme”. Domenica, infine, allo Zaccheria arriva la Lucchese, tra l´altro una delle ex squadre di Stefani, anche se proprio Stefani rischia di mancare: “Dobbiamo verificare alcune cose. La soluzione potrebbe esser giocare con una maschera protettiva. Fortunatamente abbiamo una rosa ampia e a prescindere da chi giocherà l´importante è che il Foggia faccia vedere un buon calcio e che porti a casa i tre punti”.