Stroppa: “Dobbiamo mantenere la nostra identit�. L�Empoli ha il miglior centrocampo di B”

0
34 views

Le parole di Giovanni Stroppa in conferenza stampa:

“Parliamo di calcio e non � impossibile battere l�Empoli. Sar� una partita importante e stimolante e daremo il massimo per ottenere il successo.

C�� Greco squalificato e per il resto sono tutti disponibili. Agnelli � un po� acciaccato ma lo valuto fino a domani.

Ho il dubbio tra Agazzi e Ram� per chi mettere in campo in cabina di regia. Avrei voluto far assaporare prima il campo a Ram� e sono contento di lui e spero di metterlo in campo quanto prima.

L�Empoli si ferma con l�organizzazione e la capacit� di lavorare in una certa maniera e che ha acquisito a livello mentale una consapevolezza che non aveva. Al di l� degli ultimi due pareggi, ha un�identit� ben precisa e sa quando velocizzare la manovra e quanto tenerla. Forse � il centrocampo pi� forte della Serie B, oltre a grandi attaccanti.

Continueremo con la nostra identit� di gioco e solo facendo cos� riusciremo a lavorare nel modo migliore. Cercheremo di controbattere, avere il palleggio ed il controllo del campo e lo vorremo fare anche domani sera, con il massimo rispetto, con la sfacciataggine e le conoscenze di chi vuole imporsi. Sar� una bella partita, stimolante sotto tanti aspetti.

Mi dispiace per Zeman, ma del Pescara non me ne frega niente. Era una cosa che era un po� nell�aria. Probabilmente � venuta a mancare l�unit� di intenti. Non so quali siano gli obiettivi degli abruzzesi.

Aspettiamo Fedele Sannella e ci manca tantissimo. Percepiamo la sua assenza ma Franco Sannella e Lucio Fares ci stanno aiutando. Ci stiamo unendo ancora di pi� perch� la stima sia sempre stata reciproca ed il nostro pensiero va anche a lui. C�� un rapporto iniziato un anno e mezzo fa ed io sono sempre stato salvaguardato e non mi sono mai sentito in discussione e questo mi ha permesso di lavorare sempre allo stesso modo.

Greco � un ragazzo di esperienza e poteva gestire i momenti seguenti la prima ammonizione.
Martinelli � un giocatore per il quale ho grande stima, ma faccio sempre un pensiero: per riconoscenza a certi giocatori non possono giocare comunque loro. Esiste la meritocrazia. Martinelli per� mi sta mettendo in difficolt�, allenandosi al massimo.

Kragl sta bene, nonostante abbia saltato alcuni allenamenti. Gli abbiamo dato del lavoro differenziato da fare a casa ed ha svolto tutto. Non � mancato alla preparazione della partita.

L�Empoli con Vivarini giocava pi� in verticale, mentre adesso con Andreazzoli ha un fraseggio importante, lavorando bene tra le linee prima di cercare le punte.

I risultati di ieri vanno letti come questa categoria ci insegna. Non ci sono risultati scontati alla vigilia ed anche chi sembra tagliato fuori pu� riprendersi. Dobbiamo continuare a cercare di fare punti.

Mi aspetto qualche migliaio di spettatori in pi�. Ringrazio tutti i tifosi presenti a Novara ed in trasferta in generale. E� meraviglioso avere questo seguito e ci aiuta tantissimo. Dobbiamo essere orgogliosi della nostra tifoseria e ce lo riconoscono anche altri professionisti con cui parliamo.

Nel girone di ritorno l�unica prestazione un po� incolore e sottotono, come carica nervosa e determinazione. � stata quella contro il Brescia. Arriviamo da una prestazione che ci deve dare un qualcosa in pi�. Anche con l�uomo in meno non abbiamo mai sofferto e che ci ha portato a fare una prestazione eccellente.

Domani non dobbiamo concedere nulla all�Empoli. Sono davvero forti in tutto, ma questo deve essere uno stimolo. La squadra ha voglia di misurarsi e voler fare la partita contro quelli che sono stati i pi� bravi in questo momento.

Io credo che tutte le squadre che hanno un playmaker accentrino e si servano di questo uomo, per dare i tempi alla squadra. Greco � un punto di riferimento per la squadra, ma oltre ad essere un riferimento tecnico � anche un leader. Spero che chi lo sostituir� lo far� al meglio. Con lui parlo spesso e gli ho detto che appena � arrivato giocava meglio, perch� non perdeva un tempo di gioco in pi�. Greco dopo il rosso si � automultato e nello spogliatoio si � scusato per la sua espulsione. Viene da due anni in cui non ha giocato ed adesso gli si � dato atto della qualit� che ha portato e forse si sente ancor pi� responsabilizzato. Deve continuare a fare quello che ha fatto nelle prime partite.

Mi piacerebbe ci fosse il VAR anche in Serie B perch� potrebbe dare una linearit� ed un´obiettivit� differenti. Si tratta di una risorsa per commettere meno errori.
Per quanto riguarda la gestione dei cartellini, credo che gli arbitri in Italia siano tra i migliori al mondo e lo dimostrano quando arbitrano all´estero nelle partite internazionali”.

foto: Federico Antonellis

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui