Stroppa: “Il doppio impegno casalingo � un jolly importante da giocare”

0
30 views

Vigilia di Foggia-Brescia con il Foggia che � reduce dalle quattro vittorie consecutive e che per la seconda volta in sette giorni giocher� tra le mura amiche. Un´occasione da sfruttare, come sottolineato anche da Giovanni Stroppa, allenatore dei satanelli, durante la conferenza stampa nella sala Fesce dello stadio Zaccheria. Queste le sue dichiarazioni:
“Questa settimana � stata un po´ difficile per via del maltempo, affrontiamo un avversario che ha una buona organizzazine di gioco e possiede giocatori in grado di risolvere le partite. Da quello che leggo e dall´entusiasmo che vedo nell´ambiente sembra quasi che abbiamo gi� vinto ma cos� non �, perch� la partita va giocata e il risultato si deve conquistare sul campo. Per questo motivo si tratta di una gara doppiamente difficile. Certamente lo Zaccheria ci pu� dare una mano e lo ha gi� dimostrato nella gara contro il Carpi. Se la pioggia pu� incidere durante la gara? No, io penso che il campo sia in condizioni tali da permettere di giocare, anche per una squadra tecnica come la nostra che ama giocare palla a terra. Idem per il freddo, non ci dar� problemi. Il Brescia? Ha pagato molto lo scotto dovuto al cambio di allenatore, ma adesso viene da un certo numero di risultati utili, ha buone individualit� e sa cosa vuole, � ben allenato e sembra aver trovato la giusta quadratura, perci� � un avversario temibile. Noi non abbiamo Deli per squalifica, e sulla formazione ho ancora qualche dubbio. Inoltre, il turno infrasettimanale di marted� prossimo impone qualche riflessione al termine della gara di domani, in cui valuteremo le condizioni dei giocatori per capire se sar� necessario fare un turnover. Per� avere la possibilit� di poter scegliere tra pi� alternative e far giocare pi� uomini mi piace.
Arriviamo da quattro vittorie consecutive, ma sappiamo anche quali sono le difficolt� che avevamo prima di queste quattro partite, e sappiamo quali sono le difficolt� che abbiamo avuto per vincerle. Il doppio impegno casalingo � una opportunit�, un jolly importante da giocare, c´� necessit� di vincere ma non bisogna nemmeno sconfortarsi qualora non si riuscisse a portare a casa il risultato.
Giocare allo Zaccheria da avversari � sempre difficile per tutti, e ricordo che nella scorsa stagione noi avevamo gi� vinto all´ingresso in campo perch� l´ambiente era talmente carico da abbattere qualsiasi avversario. Ecco perch� ci tengo a puntualizzare il fatto che se un mio giocatore sta giocando bene in un contesto in cui anche la squadra gioca bene, non lo si deve fischiare se fa un piccolo errore. Del resto sono io che chiedo di giocare palla a terra e di fare determinate giocate anche rischiose, e se al primo errore ci si ritrova in un ambiente ostile, la volta successiva non si rischia pi� la giocata, mentre io voglio fortemente che i miei giocatori facciano determinate cose in campo.
La cosa che mi preoccupa di pi�? Il fatto che il Brescia abbia determinati calciatori in grado di risolvere la gara con qualche giocata, e credo che si tratti di una partita il cui risultato potrebbe essere determinato da episodi. Se ci sono margini di miglioramento? S�, c´� sempre da migliorare, limare certi aspetti, si trova sempre qualcosa che non va e pu� essere corretto.
Se da bresciano sento la partita? Personalmente no, forse qualche mio calciatore potrebbe sentirla di pi�”.