Stroppa: “Mentalit� e cultura del lavoro fanno la differenza. Il Catania ha un grande organico”

0
21 views

Ecco le parole di mister Stroppa nella conferenza stampa pre-Catania:

モIl gruppo sta bene. Gli allenamenti sono stati svolti con la massima attenzione.

Non so che partita verr� a fare il Catania. Cercheremo di metterli in difficolt� in qualsiasi caso.

Giocare allo Zaccheria � un valore aggiunto. Rimarco quanto di buono la squadra ha fatto nelle partite a porte chiuse. In trasferta di fronte a 19mila spettatori ed una scenografia di calcio vero abbiamo fatto bene ed � motivazionale.

Reputo il Catania tra le candidate alla promozione per organico e qualit�. Luned� sera ho detto che potrebbe inserirsi nella corsa. Ha avuto difficolt� all�inizio, subendo negativamente alcuni episodi.

A me piace la squadra che si impone ovunque, e la mia ha qualit� importanti. Abbiamo dimostrato con qualit� e con forza di avere il giusto impatto con la partita da grande squadra. A Lecce potevamo sia vincere che perdere.

Sarno mi sta tentando. Questa settimana ha lavorato bene ma non lo far� partire titolare. Vorrei dargli pi� minutaggio rispetto a Lecce. Prima del derby aveva fatto solo due allenamenti ma stava abbastanza bene, non mi aspettavo cos� tanto. Probabilmente avrei potuto farlo entrare in campo prima. Nella mia testa voglio farlo entrare gradatamente. E poi farlo giocare titolare ad Andria in Coppa Italia.

A Castellammare a me la squadra � sembrata molto attenta. Prima della partita in casa con l�Akragas ebbi il sentore che ci sarebbe potuta essere qualche difficolt�. Prima di quel match ammetto di non aver dormito sogni tranquilli. La mia squadra ha un atteggiamento sempre perfetto, sempre attenta e concentrata, con il massimo impegno.

L�aspetto mentale � fondamentale e determinante, cos� come l�autostima, alla soglia della presunzione. Davanti ci sono squadre attrezzate. Dopo la partita di luned� sera ero soddisfatto della dimostrazione di forza della squadra, ma deluso per gli episodi perch� partite come quelle vengono decise anche da queste situazioni.

Credo che qualsiasi allenatore ha uno staff. Io ci metto la faccia, ma chi mi sta dietro lavora tanto quanto me se non di pi�. La squadra ha percepito e sa che staff ha a disposizione.

Vanno fatti i complimenti a S�nchez perch� ha giocato in campi caldissimi facendo buone prestazioni e mostrandosi in crescita. Chi l�ha scelto ha visto bene. � un secondo portiere che si � fatto trovare pronto ed ha interpretato benissimo le partite e come si � fatto trovare, per� gioca Guarna. Il ruolo del portiere � molto delicato e definito a meno di situazioni tecniche in cui non si pu� fare diversamente.

Quello di domani per me � uno scontro diretto. Di sicuro le abbiamo affrontate tutte tranne il Cosenza. Le altre dovranno ancora affrontarsi, ma questo discorso � prematuro.

Il Catania ha giocatori importanti come Russotto che a me piace molto per caratteristiche. Lo conosco e lo stimo. L�organico � di primo livello, giocano bene di rimessa e palla a terra, con calciatori che hanno fatto categorie superiori. � una squadra importante.

Dicevo un po� di tempo fa che davanti posso scegliere di partita i partita anche in ruoli diversi, sceglier� in base a quello che riterr� giusto.

Condivido le parole dette da Angelo in settimana. Un ragazzo dell�esperienza di Angelo che dice queste cose ti da una considerazione della maturit� della squadra. Prestazioni come Lecce e Monopoli sono tasselli importanti di quella che � la nostra forza. La mentalit� e la cultura del lavoro fanno la differenza, cos� come condivisione ed unione nei momenti difficili. La strada � lunghissima e dobbiamo vedere come supereremo ed attraverseremo i momenti difficili. Se abbiamo la consapevolezza di essere un gruppo forte, andremo lontano.

Il terreno di gioco dello Zaccheria � perfetto�.

foto: Federico Antonellis