Taranto e la rivoluzione di Passiatore

0
23 views

Un Taranto in emergenza difensiva, con una posizione in classifica da eterna promettente, � chiamata ad un finale di stagione da protagonista per agguantare una posizione utile nella griglia play off, distante 3 punti. Passiatore lo sa e proprio per questo stravolge la formazione, non senza coraggio. Il mister sembra senza mezzi termini: il quarto allenatore della stagione rossoblu � alla ricerca del miglior undici per concludere in maniera dignitosa questa �stravagante� stagione calcistica di Lega Pro. A cominciare dal Sabato Santo, giorno di Cavese-Taranto. L�amichevole contro la formazione dell�Alberobellonoci, squadra di Promozione pugliese, ha dato indicazioni in tal senso: esordio dal primo minuto per Magnusson e Triarico, rispolverato Imparato in difesa, Corona e Russo inedita coppia in attacco. Ma Passiatore deve fare i conti anche con uno spogliatoio frammentato e calciatori con alti e bassi paurosi. L�ultimo caso sono le bizze di Ferraro, proprio durante l�amichevole. L�attaccante rossoblu, chiamato a gennaio a risollevare le sorti del reparto offensivo jonico, ha reagito con forse troppo nervosismo per una occasione sfumata contro l�Alberobellonoci, uscendo dal campo con una scenata probabilmente esagerata. Tornando alla probabile formazione che scender� in campo al �Simonetta Lamberti� di Cava, Passiatore potrebbe far scendere in campo Bremec, Magnusson, Imparato, Migliaccio e Colombini sulla linea difensiva, Cuneaz, Giorgino, Rajcic e Triarico sulla linea mediana, Russo e Corona in attacco. A Cava non ci saranno i tifosi rossoblu, ma il presidente D�Addario ha voluto comunque evidenziare questa ennesima penalizzazione nei confronti della tifoseria e della citt� di Taranto, attraverso una cordiale lettera indirizzata alla societ� delle Cavese sul sito ufficiale dei rossoblu. Un bel gesto, sicuramente apprezzato da tutti gli sportivi di Taranto e Cava.

Fonte: tuttolegapro.com