TARANTO: il cammino per la volata play-off

0
17 views

Undici partite al termine, undici sfide da vivere al massimo per conquistare un posto per i play off. Il Taranto guarda le sfide che la separano da qui alla fine della regular season e vede un cammino favorevole. I rossoblu giocheranno sei partite in casa e cinque in trasferta, e le sfide che contano saranno equamente divise: Pescara e Portogruaro in casa e Verona e Cosenza nelle ultime due trasferte della stagione.

In palio ci sono 33 punti, e mister Delli Santi spera di poter far sue tutte le sfide interne del Taranto, per poi mantenere l�imbattibilit� esterna per poter raggiungere agevolmente un posto utile per la coda di campionato: carta alla mano, ci vogliono oltre venti punti da raccogliere nelle prossime gare, e il maggior bottino (18 punti) dovr� venire dalle gare allo Iacovone.

Analizzando le sfide fino alla fine di marzo, il Taranto affronter� in casa il Pescina, che in questo girone di ritorno ha raccolto solo due punti in sei partite, per poi andare in casa del Giulianova, squadra dall�andamento altalenante che naviga in zone non sicure. Seguir� il derby contro il Foggia, altra formazione in crisi di risultati, per poi andare a far visita al Potenza, fanalino di coda del campionato. Il mese di Marzo si concluder� con la delicata sfida contro il Pescara, unica ancora accreditata a insidiare la capolista.

Il Taranto ha dalla sua una rosa di primo piano e il ritrovato gioco. Mister Delli Santi ha pian piano restituito forza e consapevolezza ai suoi giocatori e nelle tre gare con il mister sangiorgese in panchina i rossoblu hanno dettato gioco, sia in casa che lontano dallo Iacovone. L�unico rimprovero � stato imputato all�attacco, non ancora cinico e determinante come vorrebbe il suo allenatore (un solo gol in tre partite, contro il Ravenna). In compenso la difesa � una delle meno bucate del torneo (18 gol subiti, meglio dei rossoblu hanno fatto solo Verona e Pescara): mister Delli Santi non ha ancora subito reti nella sua gestione e si spera di aumentare i minuti di imbattibilit� di Bremec.

Sarebbe facile fare calcoli, ma si sa che il calcio � un gioco strano dove non sempre la squadra pi� forte ha la meglio. Il girone B di prima divisione in questa stagione ha pi� volte dato prova che l�equilibrio e l�incertezza regnano sovrane e che di qui fino al 9 maggio, giorno dell�ultima gara del girone di ritorno, tutto pu� accadere.

Fonte: tuttolegapro.com