Tozzi-Borsoi: “ho sfiorato il Foggia ma a Gennaio resto a Terni, domenica gara bivio”

0
17 views

Romano Tozzi-Borsoi domenica sarà nuovamente allo Zaccheria, ancora una volta da avversario.
Due le partite all’attivo: un pareggio con la Torres di Cuccureddu, nell’ultima giornata di campionato due stagioni fa ed una sconfitta l’anno scorso con la maglia delle fere per mano del Foggia di Pecchia. Eppure Tozzi-Borsoi ed il Foggia avrebbero potuto unire le proprie strade ed intraprendere un cammino congiunto. Un accordo, però, saltato quando tutto proprio sembrava ad un passo dalla conclusione e lo stesso attaccante romano ci spiega il perché: “l’anno scorso mi svincolai dalla Torres ed il Foggia fu la prima squadra a cercarmi. Ero soddisfatto sia del progetto che della squadra ma mi fu prospettata la serie B dal Crotone ed io accettai. Mi accorsi subito di non aver fatto la scelta giusta ed il Crotone mi cedette alla Ternana. Foggia, comunque, resta una piazza di grande fascino per me, soprattutto per il calore del pubblico che ho avuto modo di apprezzare ogni volta che ho giocato allo Zaccheria”. Un accorso saltato per poco e difficile da concretizzare nel prossimo futuro, come sottolinea lo stesso bomber rossoverde: “penso che a Gennaio non mi muoverò da Terni. Sono grato alla società che, ultimamente, mi è stata vicina e non vedo novità imminenti nel mio futuro. Comunque, dall’anno scorso il Foggia non mi ha più cercato”. Spazio, allora, all’attualità ed alla prossima fondamentale gara di campionato. “Gara dura sia per noi che per il Foggia. Ad inizio stagione Foggia e Ternana erano partite con obiettivi diversi e credo che i rossoneri non pensavano di trovarsi in questa posizione. Noi, invece, ci troviamo di fronte ad un bivio. Siamo costretti a fare risultato ma siamo ben consci che sarà difficile. Siamo costretti a cercare di ottenere il massimo dalla gara di domenica. Poi, come sempre, sarà il campo a dire chi merita la vittoria”. Per ottenere la massima concentrazione, entrambe le formazioni hanno scelto un lungo ritiro. “Io ed i miei compagni di squadra l’abbiamo accettato di buon grado –sottolinea il bomber-, un po’ perché ormai ci siamo abituati, un po’ perché probabilmente ci manca qualcosa, soprattutto dopo le ultime due sconfitte. So che il Foggia sta facendo fatica come noi nonostante la rosa composta da calciatori importanti come Ignoffo, Del Core ed altri. Anche noi abbiamo tanti bravi giocatori come, ad esempio, Rigoni e Di Vicino che, spero, riescano a dimostrare il proprio valore domenica allo Zaccheria. Di sicuro, però, sarà una bella partita, noi proveremo a vincere”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui