Trapani:”Faremo un dossier per l´ufficio indagini”

0
16 views

Seimila euro di multa: questa la sanzione inflitta alla Paganese dopo gli episodi verificatisi domenica contro il Padova al “Marcello Torre”. Squalifica del “Torre” scongiurata e nessuna sanzione particolare per i calciatori azzurrostellati coinvolti nelle proteste. Però Barletta di Bernalda ha annotato tutto ed ha stilato un referto pesante chiudendo “degnamente” quello che aveva iniziato in campo nel corso dei 90 minuti. Multa sanzionata perché durante quei sei minuti c´è stato un lancio di bottigliette da parte del pubblico, perché i calciatori della Paganese stavano abbandonando il terreno di gioco prima del termine del match e poi perché la terna arbitrale è stata costretta a sostare per qualche ora all´interno dello spogliatoio a causa della presenza di numerosi tifosi assembrati all´esterno dello stadio. Il comunicato della Figc cita anche la fattiva collaborazione della dirigenza azzurrostellata che si è adoperata per riportare la calma ed anche per questo la sanzione è stata attenuata. Insomma, alla Paganese ogni minuto non giocato è costato all´incirca mille euro. Il giudice sportivo, inoltre, ha anche omologato il risultato e quindi decade anche la speranza di una possibile ripetizione del match per errori tecnici della giacchetta nera. Intanto, il presidente Trapani non si perde d´animo e con il suo legale sta stilando la difesa.«E´ stata una punizione severa che non meritavamo. Ma di certo non molleremo perché già oggi faremo partire la nostra risposta. Stiamo vagliando con attenzione i filmati ed i vari torti subiti fino a questo momento. Appena pronto il dossier completo, lo inoltreremo all´ufficio indagini. Siamo intenzionati anche a leggere cosa hanno scritto l´arbitro e i commissari di campo». Trapani, che aveva minacciato di ritirare la squadra dal campionato però ha ripreso a lottare come sempre. «La squadra deve tenersi fuori da queste situazioni. I calciatori devono pensare a giocare e tirarsi fuori dal fondo della classifica. Per fare giustizia e chiarezza ci penserà chi di dovere. Voglio, inoltre, ringraziare il pubblico che, non smetterò mai di dirlo, ha dimostrato grande maturità. Non era facile stare calmi in quei momenti e loro ci sono riusciti alla grande. Sono davvero orgoglioso della mia tifoseria. Domenica ho visto finalmente una squadra che aveva voglia di lottare e questo mi lascia ben sperare per il futuro. Sono convinto che, prima o poi, salteremo questo fosso e ci toglieremo delle belle soddisfazioni». Mercato ancora aperto. «Stiamo valutando con attenzione questo ragazzo di colore che si sta allenando da quasi una settimana con noi. Non è da escludere che tra qualche giorno, con l´assenso del mister, potremo metterlo sotto contratto per dare qualche altro ricambio in termini numerici al tecnico». La squadra continua la preparazione in vista della trasferta di domenica a Foggia. Nessun problema per Chiappini che recupera il capitano Esposito, fuori domenica per squalifica. Contro i satanelli si giocherà a porte chiuse visto che i rossoneri di Campilongo devono scontare un turno di squalifica dello “Zaccheria”.
Fonte: Il Mattino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui