Turris ai playoff, ma a Foggia senza Franco, Di Nunzio e Caneo

0
720 views
Bruno Caneo, allenatore della Turris

E’ un misto di gioia e rabbia mister Caneo al termine della vittoria sulla Paganese, che regala alla Turris la prima storica qualificazione ai playoff in terza serie. Ma allo stesso tempo il rosso rimediato per proteste dopo il gol di Leonetti impedirà al trainer biancorosso di condurre la sua squadra dalla panchina nel primo turno in quel di Foggia: Non possiamo andare avanti tutte le domeniche con errori arbitrali a nostro sfavore. Anche oggi abbiamo subito un rigore nettamente inventato, mentre ad Avellino e Castellamare ce ne sono stati negati alcuni clamorosi. Sinceramente sono stufo, non possiamo lavorare tutta la settimana col rischio di vanificare il tutto con le invenzioni dei direttori di gara”.

Sugli spareggi: “Mi fa piacere per la società. Un club nuovo, giovane, che ha fatto molti sacrifici e ci è stato sempre vicino. E’ chiaro che il suo primo obiettivo era un altro e lo abbiamo raggiunto già a dicembre. Il nostro traguardo, invece, lo abbiamo centrato qualche mese più tardi. Questa è una vittoria per tutte le ambizioni dell’ambiente”. 

Sulla sfida col Foggia: “Cercheremo di fargli lo sgambetto. Perderemo Di Nunzio (infortunato) e Franco (squalificato), ma abbiamo delle alternative importanti e sono sicuro che faremo bene lo stesso. Il Foggia merita rispetto così come lo meritano le nostre ambizioni. Tascone? Recupera sicuramente. E’ un leone…”.    

Sui singoli: “Santaniello ha avuto parecchie peripezie a livello muscolare, non riusciva a guarire bene. Oggi ha dimostrato di essere un elemento che fa la differenza in queste categorie. Avevamo bisogno del suo ritorno al top come di quello di Giannone. Discorso diverso, invece, per Leonetti, che ha mantenuto un alto standard di rendimento per tutto il campionato, dando sicurezza e personalità a tutto il reparto offensivo”. 

Sull’inversione di tendenza, in positivo, delle ultime gare: “Non potevamo disperdere la credibilità acquisita nel girone d’andata. Siamo andati avanti nel recupero fisico e mentale di alcuni giocatori. Oggi si è visto un altro tipo di Turris, che sa palleggiare, attaccare e finanche difendersi. Sono sicuro che a Foggia faremo una bella prestazione”.

fonte: tuttoturris.com