Un mosaico da comporre

0
32 views

Stringere i tempi, favorire il passaggio di mano, accelerare l�avvento della svolta. E� il leit-motiv che viene ripetuto come un mantra gi� da tanto, troppo tempo. E intanto i giorni passano inesorabili, avvicinando sempre pi� scadenze improrogabili. Per quanto veloci si voglia essere, la situazione necessita di tempi tecnici che, al momento, complicano l�operazione.

Dal punto di vista burocratico, pesa come un macigno la ricapitalizzazione del club; entro (e non oltre) il 25 giugno andranno saldati tutti gli stipendi (ed i relativi contributi Enpals ed Irpef) , dall�inizio di quest�anno solare al 30 aprile. Un�operazione che si aggira attorno ai 600.000 euro. La stessa cifra che servir� per stipulare la fidejussione bancaria a prima richiesta da allegare alla domanda di iscrizione, senza contare i 38.000 necessari alla consegna degli incartamenti presso gli uffici della lega a Firenze. Dal punto di vista prettamente sportivo, invece, incombe la pianificazione della prossima stagione calcistica. Primo step sar� l�esercizio del diritto di opzione che il club rossonero vanterebbe su Dario Venitucci e Luca Pompilio. Si discuteranno tra il 18 e il 20 giugno. Entro la fine del mese, andranno risolte le compropriet� di Lanzoni (Sampdoria), Meduri (Monza) e Perpetuini (Lazio). Da loro e dai tre calciatori attualmente sotto contratto (D�Orsi, Tomi e Cardin), potrebbe ripartire il Foggia che sar�. Inoltre, andr� individuato un organigramma tecnico a cui affidare il futuro progetto calcistico, vale a dire, direttore generale, direttore sportivo e allenatore. Viene da s� che � nell�interesse di chi subentrer� alla guida del Foggia, accelerare i tempi per non ripartire con handicap di programmazione, all�alba della nuova stagione (a met� luglio partono i ritiri).

Da una parte la volont�, sbandierata a pi� riprese da Gennaro Casillo, di volersi fare da parte, dall�altro l�esigenza di amalgamare chi sarebbe pronto a subentrare. Di sicuro, nelle ultime ore i contatti tra palazzo di citt� e gli imprenditori che dovrebbero garantire continuit� agonistica al Foggia, si sono intensificati . La cordata, sulla quale per volont� espressa del sindaco si mantiene il pi� stretto riserbo, (anche rispetto alle innumerevoli voci che girano in citt� in queste ore) prevede il coinvolgimento di imprenditori della provincia (ieri Castellano ha ammesso la propria disponibilit� a arne parte) avvicinati da Gianni Mongelli, che non � in possesso di una delega a vendere vera e propria, ma di un documento preliminare.

Sarebbe nero su bianco, infatti, l�incarico a fungere da intermediario (ruolo che, di fatto, il sindaco sta gi� svolgendo da almeno due settimane); una sorta di mandato esplorativo propedeutico alla formalizzazione della cessione.

fonte: carella e di donna – il mattino di foggia e provincia