Venezia, Inzaghi: �Cambiata met� squadra me lo posso permettere�

0
27 views

Il Venezia resta nel gruppo buono per chi cerca un posto ai playoff, in una gara che non � stata affatto scontata contro un avversario che, quest�anno, del campo di casa non fa proprio il suo punto di forza. �Giochiamo bene, a testa alta�, spiega il tecnico Filippo Inzaghi, �e abbiamo dimostrato di non essere una squadra fragile. A Perugia meritavamo qualcosa in pi�, ma ero tranquillo per la prestazione fatta e per il piglio messo in campo�. A vedere la formazione titolare, l�allenatore piacentino ne ha cambiati met� rispetto alla gara contro l�Entella.

�Me lo posso permettere�, spiega, �e ho sempre detto che chi d� tutto in settimana, con me gioca. Prendete Marsura; ha lavorato molto, mi ha ascoltato, seguendo i miei consigli, nonostante lui fosse abituato a giocare in un altro modo. Era scettico, ma adesso sta facendo bene. Poi arrivava da una buona gara a Perugia ed era giusto riconfermarlo. Sulle scelte di Novara ha anche inciso il primo caldo per� dobbiamo continuare cos�. La prossima sfida si chiama Palermo, non un avversario qualsiasi, ma questo Venezia non vuole terminare il campionato con la partita di Pescara a met� maggio.

ᆱAi playoff ci abbiamo sempre puntatoᄏ, continua Inzaghi, ᆱmi emoziona vedere questi ragazzi giocare, come Cernuto e Fabiano, che erano in Serie D un paio dメanni fa e pensavano di essere alla fine. Stiamo facendo qualcosa dメincredibile, lメho sempre detto: facile ora salire sul carro dei vincitoriᄏ.

Anche il presidente Joe Tacopina si tiene stretto il successo di Novara, che rafforza la posizione della squadra nel finale di stagione. Con cinque giornate ancora da disputare, i risultati iniziano a pesare e le possibilit� di sbagliare si riducono. Stavolta era importante venir via con il bottino pieno, alla luce di quanto fatto dalla concorrenza. Inoltre Marsura ha pure ritrovato la via della rete. �Lo dico con onest�, dice, �in questo momento del campionato m�interessano i punti. Non � stata la miglior partita dell�anno, ma tanti hanno fatto bene come Marsura, Bruscagin, Falzerano e questo conta�. L�avvocato americano non si � mai nascosto; sin da agosto, ha sempre voluto proiettare gli arancioneroverdi ai piani alti del torneo cadetto e non si tira indietro proprio adesso. �Ho delle alte aspettative per il Venezia�, spiega, � �perch� sono stati investiti dei soldi e siamo tra le prime. Certo, non mi basta essere in lotta per i playoff, ma li voglio raggiungere. Stavolta torniamo a casa con il sorriso e i tre punti: sono le cose pi� importanti�. E al �Silvio Piola� � venuto a fare un giro pure l�ex direttore sportivo Giorgio Perinetti, a Venezia sino all�ottobre scorso e appena dopo divenuto direttore generale del Genoa.
�� un amico�, prosegue l�avvocato statunitense, �conosce bene i nostri giocatori. Non so se sia venuto a vedere qualcuno in particolare: abbiamo una rosa talmente ampia che potrebbe essere chiunque. Comunque � stato bello rivederlo e incrociarlo�.

fonte: la Nuova di Venezia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui