Venezia, Vicario: �Meno male, l�estate � finita L�allenatore pu� contare su di me�

0
55 views

Vecchi ritrova anche Guglielmo Vicario, a distanza di oltre 40 giorni dall�ultima apparizione a Moena contro la Fiorentina. Quel pomeriggio, su un campo-piscina, il portiere friulano si esalt� neutralizzando anche il calcio di rigore di Veretout. Designato come il portiere titolare per la stagione, Vicario � poi salito sulle montagne russe, confrontandosi con un problema dietro l�altro: risentimento muscolare nella seconda parte del ritiro di Bedollo, violento attacco febbrile al rientro in pianura (4-5 giorni di stop), infine un infortunio domestico con tanto di punti di sutura a un dito della mano. Sabato il ritorno tra i pali a Porto Tolle. �Ne ho passate di tutti i colori questa estate� racconta il portiere senza perdere mai il buon umore, �a un certo punto me la sono messa via. Mi sono detto di avere pazienza, che sarebbe finita questa serie nera. Adesso sono ritornato al 100%, anche la mobilit� del dito � a posto�. Contro il Benevento, Vicario dovrebbe esordire da titolare, anche se la concorrenza in questi mesi � aumentata con l�arrivo di Lezzerini e la permanenza di Facchin. �Il confronto fa bene, siamo un bel gruppo di portieri. Ci aiutiamo tutti i giorni, la competizione aiuta a migliorarsi. Sono contento del ritorno di Davide, ho trascorso una stagione molto bella allenandomi con lui in Serie C, � una persona diretta, come piace a me. Adesso sto conoscendo Luca, che � cresciuto uno dei migliori settori giovanili d�Italia, come � la Fiorentina. Siamo un terzetto ben affiatato, un reparto affidabile�.

Per Vicario potrebbe essere la stagione della consacrazione, la quarta al Venezia, che a giugno gli ha prolungato il contratto. �Decider� il mister, io sono pronto. Mi sono tolto tante soddisfazioni in questi anni, anche partendo dietro a Facchin e Audero, voglio proseguire su questa strada�.

fonte: nuovavenezia.gelocal.it