Venezia, Zenga si presenta: �Non guardo al passato: nessuno ha il posto fisso�

0
59 views

Ieri la firma con il Venezia e il primo allenamento con la squadra, oggi la presentazione ufficiale di Walter Zenga. Introdotto dal presidente Tacopina, l´ex Uomo Ragno si dimostra subito entusiasta: “Nessuno mi pu� togliere la gioia di far parte di un club storico in una citt� storica. Ho trovato subito sintonia totale con Tacopina, non ho aspettato un secondo appena mi ha contattato: ho portato la mia famiglia da Dubai e sono venuto al volo. � gi� nato un rapporto che spero che ci condurr� a risultati consoni al Venezia”. Stefano Vecchi, esonerato, lascia una situazione di classifica complicata: “Ho massimo rispetto per Vecchi, non voglio parlare di lui. Mi fido solo di quello che vedo: ho cercato i giocatori faccia a faccia, per capire cosa provano e se hanno ancora la ferocia di lottare per qualsiasi obiettivo. Del passato non me ne frega niente, si azzera tutto: non esiste pi� il nome dietro la maglietta ma solo l´emblema davanti”.

OBIETTIVI ARANCIONEROVERDI – “C´� tanto lavoro da fare. Si riparte dal primo step: who is the next? Bisogna risollevarci piano piano e diventare prima di tutto una squadra che si fa rispettare. L´anno scorso seguivo il Venezia e vedevo giocatori indemoniati sul campo, si deve ritrovare quella ferocia e quello spirito. I ragazzi devono migliorarsi perch� lo vogliono, non perch� devono e basta” prosegue Zenga. Il nuovo tecnico si accende quando il discorso si sposta sulla tattica: “A voi piacciono i numeri, i moduli. Ma io voglio essere attento agli uomini. Non ho parlato solo con Citro, ma ho cercato una prima impressione significativa da ognuno. Non ho fatto allenare chi non � ancora pronto: St. Clair non parla ancora bene italiano � spaesato, gli ho detto �oggi guardaci e domani sei con noi�. Ma � un discorso che riguarda tutti, da Domizzi a Pinato. Se vuoi giocare, con me devi pedalare, nessuno ha il posto fisso”. Sul campionato cadetto, Zenga conclude: “In queste prime settimane mi affider� tantissimo a Benny Carbone, che conosce benissimo la Serie B. Il contratto? Un dettaglio, non parliamo di durata. Sono qui per risollevare il Venezia e basta”.

fonte: corrieredellosport.it