Zeman: “Calcio condizionato da doping e soldi facili”

0
27 views

Purtroppo nel calcio si vedono i soldi facili, e molte volte si finisce oltre i confini del lecito. Tutto dipende dal business che domina il nostro mondo. Si sono infiltrati personaggi che hanno voluto arricchirsi”.

Zdenek Zeman ha trovato le parole pi� semplici per spiegare il nuovo ciclone scommesse ad un centinaio di baby calciatori dell�Accademia Calcio �La Quercia� di Putignano, che ieri lo hanno premiato ed ascoltato. Il tecnico boemo ha sempre avuto il coraggio di denunciare i misfatti del calcio, creandosi nemici. Ora non canta vittoria, ma va gi� ancor pi� duro.

Campionati virtuali – “Parlano tutti di campionati falsati – attacca Zeman- Ma non sono soltanto quelli dell�ultima stagione. Non si scommette mica da ieri! La verit� � che in Italia si giocano campionati virtuali, condizionati ora dal doping ora dalle scommesse. La mia speranza? E� anche il mio sogno. Vorrei che il calcio restasse un gioco bellissimo. Ogni societ� dovrebbe prendere esempio dal modello Barcellona, puntando forte sulla formazione dei ragazzi”.

Esempio – Nel calderone stavolta ci � finito un suo figlioccio, Beppe Signori. “Mi spiace per Beppe. E� sempre stato un esempio per i giovani. Un campione vero. Non so quali siano le sue reali responsabilit�. Se si � limitato soltanto a scommettere ingenti cifre su una partita, non credo che ci siano problemi”. Infine un passaggio su Luciano Moggi, suo grande nemico, e sulla pesante richiesta di condanna. “Non spetta a me commentare le decisioni del pm. Penso piuttosto che anche questa storia andava risolta prima. Purtroppo il calcio non riesce mai a darsi una regolata per tempo”.

Fonte: La Gazzetta dello Sport
Foto: Antonello Forcelli