Zeman: “Curcio è una risorsa. A volte sbagliamo nei tempi e nelle scelte”

0
822 views
Zdenek Zeman

Le parole di mister Zdenek Zeman prima di Foggia-Paganese:

”Ci mancheranno 4 giocatori ma siamo comunque in 25 e scendiamo in campo in 11.
Petermann e Rocca dovrebbero essere a posto, ma non so se hanno i 90 minuti. Mancano Di Grazia, Merola, Nicoletti e Markic.

La Paganese è una squadra che propone un buon gioco, con tante giocate standardizzate e spero li reggeremo.

Per me Grassadonia è un buon allenatore anche se l’ho battuto. So che anche loro hanno avuto qualche problema ma sicuramente faranno di tutto per fare bene.

Io cerco di fare calcio perché mi diverte farlo. È normale che ci sono tempi belli e brutti, ma voglio superare quelli brutti e far venire la gente allo stadio. Credo che in tutto il campionato gli stadi sono riempiti al 32% e si dovrebbe capire il perché. Far venire le persone di sera allo stadio fa perdere tanta gente ed il campionato rischia di non diventare credibile.

Tutte le partite sono equilibrate. Puoi chiamarti anche Bari ed avere giocatori con tante presenza in Serie B, ma tutti proveranno a batterti. Il Catania ha fatto un buon risultato contro il Campobasso perché ha un attaccante che fa gol, ma il Campobasso gioca meglio. Non bisogna mai spaventarsi e giocare di più.

Garofalo ha fatto bene quando utilizzato e spero che continui così finché Rocca non sarà al massimo. Anche Tuzzo ha fatto bene mercoledì sera.

Sembra che il problema della squadra sia Curcio, ma per me è una risorsa ed ha esperienza rispetto ad altri. Tecnicamente è bravo e vorrebbe fare gol ed assist. A volte mancano i tempi. Deve capire che i gol non arrivano come l’anno scorso, perché il calcio è diverso dall’anno scorso.

Ogni allenamento cerchiamo di migliorare la fase offensiva. Contro di noi sono tutti abbastanza chiusi, dobbiamo crearci lo spazio per arrivare al gol. Tiriamo tanto ma non riusciamo a fare gol. Per me è un problema di spazi e tempi, spero che riusciremo a capire quanto prima perché non riusciamo ad arrivare a certe cose.

Sul primo gol di Bubas per me era fallo su Garattoni, ma sul terzo gol abbiamo difeso male come linea. C’erano due difensori che non avevano nessuno e poi c’era Di Jenno che ne aveva due da tenere. Bisogna applicarsi di più e cercare in fase difensiva non solo la palla ma anche l’avversario.

Abbiamo fatto 15 vittorie: 6 pareggi, 6 vittorie e 3 sconfitte che per me è un buon bilancio per una squadra costruita da poco. Secondo me ci facciamo attirare troppo dalla voglia di fare e ragioniamo poco”.