Agnelli: “Lecce squadra forte e compatta, ma vogliamo dimostrare che ci siamo anche noi”

0
68 views

Durante la conferenza stampa infrasettimanale in vista della gara contro il Lecce, primo impegno dei tre che il Foggia affronter� in sette giorni, Cristian Agnelli analizza la situazione dei rossoneri e il suo personale momento. Queste le sue parole: “Il mio � un momento normalissimo, gioco poco e non mi fa piacere, ma sapete bene che io antepongo prima il Foggia davanti a tutto, anche a me stesso. Mi interessa il fatto che si trovi al pi� presto una quadratura tattica fisica e mentale, e penso che l´abbiamo trovata. La forza ce la deve dare il lavoro, le tre vittorie consecutive, la buona gara di Pescara e il buon primo tempo col Palermo. Penso che siamo pronti per fare un grande cammino ma ci serve un altro step, e cio� la continuit� mentale e di prestazioni. Sabato abbiamo fatto un passo indietro, ma questo non ci deve distogliere dall´obiettivo. La gara col Lecce mi porta ad avere bei ricordi, in passato questo derby ha portato sempre entusiasmo, vitalit�, forza e compattezza alla squadra, soprattutto nell´ultima occasione, nell´anno della promozione, fu una prestazione incredibile che sanc� la forza di un gruppo. Certo, � un po´ diverso dal derby col Bari, ma � pur sempre un derby con tutte le sue atmosfere particolari, e non vediamo l´ora di tornare in campo perch� vogliamo far capire che ci siamo, secondo me questa partita cade a pennello. Il Lecce � una squadra forte e compatta, l´ho vista in campionato, conosco qualcuno dei loro giocatori, come Lepore che stimo molto, o Cosenza che � un giocatore importante. Stanno attraversando un buon periodo e verranno qui per riscattarsi dalla sconfitta subita la scorsa settimana.
Bisogna passarle tante per formarsi come gruppo, oggi pian piano lo stiamo facendo. Io sono convinto che ci siamo sotto parecchi profili, mi dispiace per la partita di Cosenza perch� l´avevamo preparata bene e purtroppo l´abbimo giocata male. Non ricordavo una partita giocata cos� male da parecchio tempo, credo sia una partita a parte e vorrei accantonarla, trasformarla in un insegnamento sul fatto che non basta essere buoni giocatori ma bisogna avere anche il giusto atteggiamento, la giusta cattiveria, tipica di chi si deve salvare o � all´ultima spiaggia, un atteggiamento che invece il Cosenza ha avuto.
Cambiare modulo? In verit� non mi va di parlare di tattica perch� � un argomento che dovreste affrontare con il mister, ma vi posso assicurare che si lavora tantissimo per mettere tanti giocatori forti con la migliore disposizione in campo, poi il mister prepara la partita anche in base all´avversario e quindi noi cerchiamo sempre di mettere in pratica le sue disposizioni tattiche. Spesso sento parlare di critiche nei confronti dell´allenatore, ma dobbiamo essere noi in campo a fare il salto di qualit� e capire che in qualsiasi modulo e con qualsiasi giocatore in campo bisogna essere il Foggia.
Il turno infrasettimanale pu� essere importante per fare un salto in classifica, ma � fondamentale iniziare bene, perch� se si vince la prima delle tre partite che giochi in una settimana, puoi affrontare le altre con pi� serenit�”.