Andria, il trittico della Fidelis si conclude con il derby a Taranto

0
14 views

Nemmeno il tempo di festeggiare il prezioso successo ai danni della Paganese che gi� il calendario pone un altro ostacolo sulla strada della Fidelis, il terzo in sette giorni: la trasferta a Taranto. I ragazzi di Favarin hanno ripreso ad allenarsi fin dal pomeriggio di gioved� rinunciando, dunque, alla gi� concordata giornata di riposo al fine di mantenere desta la concentrazione in vista del derby in programma domenica sera nella citt� dei due mari con fischio d´inizio alle 20.30. L´allenatore si augura di recuperare l´attaccante Cianci e potrebbe riproporre quasi tutti i calciatori schierati in occasione del turno infrasettimanale.

Su segnalazione degli organi preposti alla sicurezza, la Prefettura di Taranto ha disposto il divieto di trasferta per i sostenitori andriesi per cui la curva sud dello “Iacovone” sar� interdetta ai residenti delle province di Bari e BAT. Il provvedimento era purtroppo nell´aria, considerate le tensioni occorse fra le due tifoserie in passato, ma ha ugualmente destato sconcerto in quanto rende sempre pi� palese l´inadeguatezza della tessera del tifoso che, come noto, consente ai possessori di accedere al settore ospiti degli stadi italiani.

I rossobl� sono stati ripescati nel calcio professionistico anche grazie all´encomiabile passione del presidente Elisabetta Zelatore. Il tecnico Aldo Papagni (che ha allenato la Fidelis in C2 dal 2002 al 2004 ed in Prima Divisione nel 2009-10) � stato costretto a rimodulare l´organico a disposizione inserendo nuove pedine a pochi giorni dal via al campionato: in riva allo Ionio sono giunti, tra l´altro, gli ex andriesi Mariano Stendardo e Mauro Bollino. Nella rosa tarantina, inoltre, figurano elementi di spessore come il portiere Maurantonio, distintosi positivamente nelle prime gare, Pambianchi, Nigro, Balistreri e l´ex foggiano Viola.

L´ultimo precedente tra le due formazioni risale al campionato di serie D 2014-15 nel quale Taranto ed Andria si contesero la promozione diretta in Lega Pro per buona parte del girone di ritorno. Allo “Iacovone” si imposero gli ionici guidati da Michele Cazzar� con un sonante 4-1 firmato da Genchi, Ciarci� (che scagli� un autentico siluro), Gabrielloni e Porcino mentre il sigillo di Moscelli fu utile solamente per le statistiche.

Il match sar� diretto dall´aretino D´Apice assistito dai pescaresi Ruggieri e Micaroni. La quinta giornata del girone C prevede impegni abbordabili per le capoliste a punteggio pieno Lecce e Foggia, rispettivamente al “Via del Mare” contro la Casertana ed al “San Filippo” di Messina; il match pi� interessante in programma sembra lo scontro fra Matera e Catania.

fonte: andriaviva.it