BENEVENTO: Galderisi, “Promossi in B con il Verona”

0
23 views

Settimana prossima, scattano ufficialmente i playoff promozione in Prima Divisione: nel girone B i favori del pronostico sono sulle spalle del Benevento che ha chiuso la stagione regolare al secondo posto. I giallorossi sono stati superati in classifica solamente dall�inarrestabile Nocerina e ora puntano a conquistare la B a partire dalla semifinale contro la Juve Stabia. Per tracciare un bilancio della stagione regolare, nonch� scoprire da vicino le ambizioni sannite, TuttoLegaPro.com ha intervistato in esclusiva il mister del Benevento Giuseppe Galderisi che ha svelato con molta sincerit� anche per chi batte il suo cuore calcistico, nonostante siano trascorsi tanti anni da quando appese i fatidici scarpini al chiodo.

Mister, il secondo posto conquistato vi permetter� di godere del fattore campo nei Playoff: siete voi i favoriti per la promozione?

“Il fattore campo sicuramente ha un�incidenza fondamentale, per� noi abbiamo interpretato la seconda posizione come la gratificazione materiale per l�impegno che abbiamo profuso sul campo in questa stagione. Detto questo ai Playoff si azzera tutto e si rincomincia da capo e tutte le formazioni che vi partecipano sono altamente competitive, perci� tutto pu� succedere”.

In semifinale incontrerete la Juve Stabia: � l�avversaria migliore che potevate beccare o era meglio sfidare il Taranto?

“Le formazioni che hanno centrato i Playoff sono quelle che durante la stagione hanno dimostrato di essere le pi� forti, pertanto non ci sono grosse differenze. Sicuramente avremmo potuto anche trovare il Taranto, ma all�ultima giornata abbiamo deciso di non fare calcoli e di giocarci la nostra gara. A partire dalla sfida del Menti saranno quattro gare che dovremo giocarci, sportivamente parlando, alla morte: non possiamo sbagliarle”.

Come vede invece lᄡaltra semifinale fra Taranto e Atletico Roma?

“I capitolini hanno un organico di altissimo livello in cui spiccano elementi di grande livello ed espierienza che in gare come i Playoff si esaltano e fanno la differenza. Conosco poi bene il regista Miglietta che ho allenato l�anno scorso ad Arezzo e posso confermare che si tratta in assoluto di uno dei migliori centrocampisti della categoria, perci� non mi sorprendono affatto le voci che lo accostano a squadre di Serie B. Anche il Taranto non � da meno; infatti sono convinto che questi Playoff siano uno spot per il calcio: assisteremo a quattro partite spettacolari nelle quali qualunque risultato � possibile”.

Nel girone A � di scena il suo Verona: che effetto le fa vedere gli scaligeri languire in Lega Pro?

“Quando si parla dell�Hellas sono di parte. Nelle mie vene scorre ancora il sangue giallobl�, sono legatissimo all�ambiente, tuttavia sono convinto che gli errori si paghino e se il Verona � precipitato in Prima Divisione cinque anni fa un motivo ben preciso c�� alla base di questa situazione. Comunque, la citt� e i tifosi si meritano non solo la B, ma addirittura la Serie A. Da tifoso giallobl� spero che possano centrare la promozione”.

Lei da calciatore � stato un grandissimo attaccante: ora da addetto ai lavori intravede in Lega Pro delle punte pronte per categorie superiori?

“La Prima Divisione � un torneo che conosco molto bene dato che lo frequento ormai da diversi anni. Ogni campionato mette in mostra diversi attaccanti interessanti, ma per fare il salto di qualit� servono continuit� e cattiveria, altrimenti il rischio � di disperdere la potenzialit�. Oltre ai miei Evacuo e Bueno che sono due veri talenti, ritengo molto interessanti Bazzoffia del Gubbio e Testardi: entrambi ho avuto il piacere di allenarli in passato e posso dire che hanno potenzialit� importanti.

In chiusura una battuta sul futuro: il calciomercato � gi� iniziato, dove vedremo l�anno prossimo mister Galderisi?

“In questo momento, il mio primo ed unico pensiero � chiudere nel migliore dei modi questa stagione, ovvero, centrando la promozione. Vincere sarebbe un�emozione indescrivibile sia per la propriet� sia per la tifoseria che da tantissimi anni aspettano con trepidazione il ritorno in B, dopodich� a fine stagione parleremo del mio futuro, visto che sono in scadenza di contratto. Tengo a precisare che a Benevento mi trovo benissimo e che questa societ� ha tutte le carte in regola per aprire un ciclo importante, bisogna solamente fare il primo passo salendo di categoria”.

Fonte: tuttolegapro