Cuoghi a Calciofoggia.it:”Giuste le critiche di società, tifosi e stampa”

0
10 views

A fine partita il tecnico Cuoghi analizza la vittoria contro la Cavese dimostrando soddisfazione per la qualificazione:”La vittoria è importante perchè abbiamo ottenuto il passaggio al prossimo turno. Ci tenevamo molto e le sostituzioni che ho fatto lo dimostrano, con gli inserimenti di Chiaretti, Salgado e poi Ignoffo. A dire il vero Giordano e Zanetti sono usciti per piccoli infortuni (problemino alla gamba per il centrocampista, piccolo fastidio muscolare per il difensore). Abbiamo giocato un primo tempo normale ma a ritmi troppo bassi, troppo blandi. Nella seconda frazione abbiamo cambiato il ritmo, abbiamo accelerato e siamo riusciti a conquistare la vittoria”. La vittoria mancava da più di due settimane in casa rossonera ed il tecnico vuole interpretarla come un segno di vitalità della squadra:”Sono sicuro che siamo in netta risalita rispetto al periodo di appannamento degli ultimi giorni. I segnali sono arrivati soprattutto nel secondo tempo, quando abbiamo dimostrato la giusta voglia di vincere”. In settimana non sono mancate le critiche alla squadra e alla qualità del gioco espresso, piovute dai tifosi, dalla stampa e dalla società. Cuoghi prova ad analizzare le situazioni caso per caso:”Sulle critiche mosse dai soci va detto che loro mettono i soldi e sono i primi tifosi. Vorrebbero sempre vincere e li capisco: la filosofia dei dirigenti è alternare una vittoria in casa ad una fuori casa. Lo considero un atto di amore non di cattiveria perchè loro ci tengono quanto noi ai risultati. Le critiche dei tifosi invece vanno scisse: le curve ci sono state sempre vicine e a fine gara ci hanno applaudito. La tribuna, invece, ci ha riservato qualche fischio, ma è una cosa normale, accade in ogni parte di Italia. Infine la stampa, che esercita giustamente il diritto di critica. Quello che è stato scritto sulla gara di domenica soprattutto nel primo tempo lo condivido e lo sottoscrivo: abbiamo giocato un pessimo primo tempo”. A chi gli fa notare un sensibile calo degli spettatori Cuoghi risponde così, eludendo la giustificazione tecnica:”Do una duplice motivazione: innanzitutto i negozi aperti la domenica, che ci tolgono spettatori, poi la tradizione che vuole lo stadio di Foggia meno pieno nei giorni precedenti le festività”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui