Da Silva al Foggia, Plasmati al Verona

0
26 views

Dopo il Natale, le decisioni. Serve fare chiarezza subito sul futuro di Davide Pellegrini, che ha chiuso l´anno con un punto d´orgoglio contro la Cremonese. Domani Giovanni Galli tornerà in sede per dare un primo segnale importante da quando è direttore generale. L´impressione è che sia arrivato il momento di Maurizio Sarri: il tecnico toscano è già stato contattato dal Verona, e sembra avere dato il suo benestare a visionare il progetto Hellas. Difficile pensare a qualche cosa di diverso. Galli, comunque, incontrerà Pellegrini per un confronto tecnico e successivamente approfondirà il discorso Verona con Sarri.

Restano aperte anche altre piste: Galli ha contattato telefonicamente altri tecnici ed è spuntato il nome di Pietro Vierchowod. Tuttavia, l´ipotesi più accreditata, al momento, è quella che vuole proprio Sarri timoniere del progetto salvezza. Una sorta di miracolo ancora possibile. E per permettere ai gialloblù di risalire in fretta la china è stato scelto un tecnico molto esigente e capace di interpretare nel modo migliore il ruolo di sergente di ferro.

Questa considerazione, però, non deve fare certo passare in secondo piano l´operato di Davide Pellegrini che si è tuffato corpo e anima in una missione rischiosa ed impegnativa, lavorando sodo sull´aspetto tecnico e motivazionale. E questo gli deve essere riconosciuto. I risultati, però, non hanno permesso al Verona di migliorare la sua posizione di classifica. Cambiare in corsa, per la terza volta, potrebbe rappresentare così ennesimo tentativo di rilancio.

GRANDE ALLA SANGIOVANNESE. Maurizio Sarri dispone di carisma, esperienza e temperamento e può presentare anche un curriculum arricchito dalle esperienze con Sangiovannese (con la quale ha conquistato la C1), Pescara ed Arezzo. Ad inizio stagione Sarri ha chiuso sul nascere il suo rapporto di lavoro con l´Avellino, ottenendo la rescissione del contratto, dopo che con il club irpino non aveva trovato un punto d´incontro sul progetto tecnico. Galli avrà tempo fino al 31 dicembre, giorno del ritorno in campo dei gialloblù, per prendere una decisione.

DA SILVA ADDIO. Tra il brasiliano e la tifoseria sembra essersi creata una frattura insanabile. Sostituito nel corso della gara con la Cremonese, il giocatore al momento dell´uscita dal campo è stato sonoramente fischiato dai tifosi, ai quali ha risposto con un applauso. Gesto sgradito, che ha reso ancora più difficile il rapporto. La sua cessione, dunque, dovrebbe considerarsi quasi scontata. Da Silva è giocatore che ha mercato, e molto probabilmente passerà al Foggia che a sua volta girerà al Verona l´attaccante Gianvito Plasmati.

MORANTE VERSO PESCARA. Anche l´avventura di Daniele Morante sembra essere arrivata al capolinea. Radiomercato lo dà inseguito da diversi club di serie C. Il più attivo in questo momento appare il Pescara, che potrebbe far vestire la casacca biancoceleste al giocatore già nei primissimi giorni di gennaio. Sul fronte delle partenze va registrato il possibile addio, destinazione Russia, di Ondrey Herzan e Ilyas Zeytulaev. Resta da definire la posizione di Claudio Ferrarese al quale non mancano le opportunità di scelta. Il Mantova, in maniera discreta, continua a sondare la pista, proponendo in alternativa l´attaccante Cristian Altinier. Sulle tracce di Ferrarese ci sono anche Salernitana e Pisa. Ma molto dipenderà dalla volontà del giocatore.

Fonte: larena.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui