Foggia-Salernitana, i 25 precedenti allo Zaccheria

0
133 views

Mercoled� la Salernitana far� la sua visita numero 26 in casa del Foggia. Una storia fatta di ben diciassette sconfitte per i colori granata, vittoriosi solo tre volte. Cinque i pareggi.

Nel dettaglio la prima sfida in Puglia si gioc� novant�anni fa. Il 20 ottobre 1929, i campani persero a Foggia 3-1 alla terza giornata del campionato di Prima Divisione: in vantaggio con un rigore trasformato da Gastone Cazzaniga, si fecero superare dalla doppietta di Marchioneschi e dal gol di Vecchi. Due anni dopo, la gara si gioc� nel girone finale della medesima categoria. Vinse ancora il Foggia (3-2) con le firme di Pavanello, Baldi e Marchioneschi; ai campani non bast� la doppietta di Attilio Sudati. Primo punto nel 1932/33 contro i satanelli che avrebbero poi vinto il campionato: 1-1, Silvio Finotto per la Saleritana e Montanari per i locali. Nel 1936/37 il primo exploit dell�ippocampo, uno 0-3 perentorio con sigilli di Saverio Puccinelli e Andrea Lazzarini (doppietta). Pari senza gol l�anno seguente, con gli allora biancocelesti campani promossi in B e di nuovo in terza serie nel 1939/40, quando andarono nuovamente a espugnare Foggia (1-2, autorete di De Meo e Leo Zavatti in rete, dopo l�iniziale vantaggio foggiano di Chiaruttini). Le due squadre si ritrovarono avversarie nel torneo di Serie B 46/47 vinto dai granata, nonostante tutto sconfitti in Puglia 1-0 (marcatore Spatuzzi) alla penultima di andata. Una dozzina d�anni di pausa, poi la Salernitana torn� a Foggia il 19 aprile 1959, in Serie C, perdendo ancora 1-0 (Colombo in gol). Stesso punteggio l�anno successivo (Nocera in rete), con i foggiani promossi in cadetteria e di nuovo in C nel 1961/62, stagione in cui furono tanti i gol allo Zaccheria: fin� 3-2 con Cataldo Gambino e Silvano Scarnicci che riuscirono a pareggiare l�iniziale doppio vantaggio dei padroni di casa (un penalty di Danova e uno di Nocera), arrendendosi per� all�autorete dello stesso Scarnicci nel finale. Al termine del campionato, Foggia ancora in B e un intervallo di diciassette anni, prima di incrociare nuovamente le strade.

Nella stagione 1979/80, in Serie C, la Salernitana torn� a Foggia e perse 1-0 (gol Petruzzelli). Anche in quel caso i rossoneri guadagnarono la promozione. Nel 1983/84 altra visita dell�ippocampo in casa dei pugliesi e� altra sconfitta: Bruzzone (doppietta) e Bordoni misero il sigillo sul 3-2 per i locali (Nicola Cavestro e Tullio Tinti, attuale agente di Davide Di Gennaro, i marcatori campani). Seguirono due partite consecutive con pareggi a occhiali, mentre nell�86/87 una doppietta di Delio Rossi, all�epoca capitano foggiano, e un gol del futuro granata Fratena bastarono al Foggia per avere ragione della Salernitana (3-1, gol ospite di Roberto Rizzo). Cavalluccio ko allo Zaccheria anche nell�87/88 a causa dell�autorete di Di Battista e del gol di Barbuti (2-0); medesimo punteggio l�anno seguente, con Marchetti e ancora Fratena nel tabellino. Sempre nel torneo 1988/89 la Salernitana gioc� a Foggia anche in Coppa Italia Serie C: dopo il 2-1 dei tempi supplementari (Coppola e Lunerti per i locali, Enzo Gagliano per i granata), la parit� perdurava, stante il 3-2 per la Salernitana dell�andata. Furono decisivi i rigori agli ottavi della manifestazione, con gli errori di Sacchetti e Ciro Ferrara che condannarono la compagine all�epoca allenata da Lamberto Leonardi all�eliminazione. Per la cronaca, Zemanlandia� vol� in B a fine campionato. Proprio in cadetteria nel 1990/91 i rossoneri esagerarono vincendo 4-0 (doppio Baiano, Porro e Signori), mentre nel 1995/96 la Salernitana si vendic� grazie alla doppietta di Pasquale Logarzo (entrambi su rigore) e al gol dell�ex Carlo Ricchetti (1-3); rete della bandiera foggiana ad opera di Sciacca. La gara fu sospesa al minuto 89′ per incidenti e invasione di campo, il risultato fu tuttavia ugualmente omologato dal giudice sportivo. Alla prima giornata del girone di ritorno del torneo 1996/97, il Foggia torn� a battere i granata (2-0, Zanchetta e Axeldal i marcatori). Stesso punteggio nel 1997/98, quando un rigore di Vincenzo Chianese e un gol di Franceschini causarono la prima sconfitta stagionale alla Salernitana dei record che, a fine torneo, sarebbe volata in massima serie.

Negli anni pi� recenti, ancora amarezze per l�ippocampo allo Zaccheria. Netto 3-0 per il Foggia nel 2006/07 (Salgado su rigore, Pecchia e Chiaretti i marcatori), mentre nel 2014/15 la squadra all�epoca allenata da Menichini sub� un clamoroso pareggio al 90′ con la zampata di Iemmello, dopo aver condotto la gara per la quasi totalit� grazie al gol di Caetano Calil a inizio partita. Infine, la gara dello scorso torneo con il gol del salernitano Fabio Mazzeo per l�1-0 in favore del Foggia contro una Salernitana gi� in vacanza, alla penultima giornata di campionato. Era il 12 maggio 2018, di seguito il tabellino di quel match:

TABELLINO ヨ FOGGIA-SALERNITANA 1-0 (2017/18)

FOGGIA (3-5-2): Noppert; Tonucci, Camporese, Calabresi; Gerbo, Agazzi, Agnelli (18′ st Scaglia), Deli, Rubin (14� st Kragl); Floriano (11� st Nicastro), Mazzeo. A disp: Guarna, Tarolli, Figliomeni, Loiacono, Celli, Ram�, Martinelli, Beretta. All: Stroppa.

SALERNITANA (3-4-3): Radunovic; Mantovani, Tuia, Monaco; Casasola, Akpa Akpro (39′ st Odjer), Signorelli (29メ st Gaeta), Di Roberto; Rosina, Bocalon, Sprocati (23メ st Palombi). A disp: Russo, Asmah, Popescu, Kiyine, Minala, Ricci, Orlando, Rossi, Iliadis. All: Colantuono.

Arbitro: Saia di Palermo (Baccini/Colella. IV uomo: DメAscanio)

NOTE. Marcatore: 29メ st Mazzeo. Ammoniti: Agnelli (F), Gaeta e Monaco (S). Angoli: 3-9. Recuperi: 0′ pt e 4メ st. Spettatori totali: 9741.

Fonte: Salernitananews.it