Gestione provvisioria, alcuni imprenditori pronti ad intervenire

0
40 views

Foggia si divide tra sogni e paure. Il sogno proibito resta la zona play-off che, in virtù della vittoria ottenuta domenica scorsa ai danni del Giulianova, è lontana solo 3 punti. La paura è rappresentata dal rischio di non portare a termine il campionato in corso. La sezione fallimentare del Tribunale di Foggia attenderà altre 48 ore prima di emettere un verdetto che potrebbe decretare la scomparsa definitiva del Foggia Calcio s.r.l. e la conseguente radiazione immediata. Anche le istituzioni, con in testa il presidente della Provincia Stallone e il Sindaco Agostinacchio, si stanno adoperando per scongiurare questa ipotesi. Da qualche giorno si susseguono varie riunioni con alcuni imprenditori locali. “Stiamo facendo di tutto per convincerli ad aiutare il Foggia. – ha detto Stallone – Mi auguro che i nostri sforzi possano sortire gli effetti desiderati”. Occorre una fideiussione di 517.000 euro entro le 13.00 di venerdì prossimo per assicurare l’ esercizio della gestione provvisoria sino a giugno. Tre gli imprenditori che si sarebbero detti disposti ad aiutare il Foggia: si tratta di Di Carlo, commerciante d’ auto, del gruppo Sarni del settore ristorazione e del gruppo Saccia, titolare di alcune aziende turistiche sul Gargano. Il loro compito dovrebbe essere quello di traghettare il Foggia sino alla fine del campionato e stilare successivamente un piano per la rinascita del calcio foggiano. Da alcune indiscrezioni in nostro possesso, sembra che qualcosa di importante stia già accadendo. La somma richiesta dal curatore (i 517.000 euro) sarebbe già stata stanziata (sembrerebbe in contanti) da alcuni imprenditori e consegnata all’ avvocato Magistro che venerdì la depositerà in Tribunale. Successivamente verrà aperto presso lo sportello della Banca di Roma (sito presso il Tribunale stesso) un “libretto al risparmio” intestato al curatore Mangiolfi che garantirà le spese correnti sino alla fine del campionato. Se queste voci troveranno conferma nelle prossime ore, per il Foggia sarebbe il primo passo verso la “salvezza”. Non si esclude comunque che altri imprenditori, i cui nomi potrebbero non essere quelli già elencati, riescano a coalizzarsi e a provvedere alle varie operazioni. Intanto nel pomeriggio si terrà una conferenze stampa indetta da Patano e Fares che spiegheranno le ragioni del fallimento, i motivi che hanno portato al triste epilogo di martedì scorso.