I tifosi rossoneri invitano Cristian e Clelia Agnelli a tener fuori la politica dal calcio

0
115 views

Abbassate la maglia!!! Per noi foggiani � la vita non uno sponsor politico!�. �La maglia del Foggia non si sporca con la politica, toglietela dalla foto�. �No alla politica nel calcio�. �Ha sollevato un vespaio di polemiche la foto della candidata leghista al Comune col capitano del�Foggia Calcio. I cugini Agnelli,�Clelia e Cristian�(la prima in lista per un posto nel prossimo consiglio comunale in quota Lega, il secondo capitano della societ� rossonera) si sono fatti immortalare insieme mentre esibiscono la maglia rossonera. Quella del capitano, appunto. E, non bastasse, la societ� calcistica � chiamata in causa nel post che accompagna lo scatto: �Grazie al capitano del Foggia, Cristian Agnelli, per essere il mio pi� grande sostenitore � scrive la candidata leghista-.�Cos� come per la squadra della nostra citt�, il tuo entusiasmo mi d� la giusta motivazione e la forza per affrontare questo straordinario percorso con grinta e sicurezza. Continua a fare il tifo per me!

Un accostamento, dicevamo, non andato gi� a molti tifosi. A giusta ragione. Scrive P.S.: �Lui (Cristian Agnelli, ndr) �pu� appoggiarti come meglio crede. A me non interessa. Ma la maglia del Foggia rappresenta un�intera comunit�. Non � sua o mia, � nostra, di tutti noi foggiani. Sarebbe cosa giusta togliere la maglia dalla foto. Nel merito del discorso politico non entro�. E ancora: �� una vergogna vedere la maglia del foggia accostata ad un partito politico�. Ci va gi� duro un altro: �Il pi� ridicolo � Agnelli stesso che si � prestato a questo scempio; ma come il capitano dal cuore enorme svende la maglia della sua squadra per un pugno di voti alla cugina?�. E ancora: �Come cittadino Agnelli pu� fare quello che vuole, anche appoggiare la Lega nord. Ma lo fa con la sua faccia, non con la maglia di tutti i foggiani�. �Non pu� e non dovete strumentalizzare la maglia nella vostra campagna elettorale. La maglia � la maglia�.

Recita l�articolo 3.5 del Codice etico�rossonero, che dedica un paragrafo proprio ai rapporti con i partiti politici: �Il Foggia Calcio non finanzia (�) i partiti politici, loro rappresentanti o candidati, n� effettua sponsorizzazioni di eventi che abbiano il fine esclusivo di propaganda politica�, etc. Ed il fine della propaganda politica in questa foto � chiaro ed evidente. Tra l´altro�Agnelli non � un �gregario� ma colui che rappresenta pi� di tutti la squadra essendone il Capitano. Ed � foggiano (ergo, elettore foggiano). Va da s� che ci� che lui fa, con il suo volto e, soprattutto,�esibendo la maglia del Foggia Calcio�in piena campagna elettorale, chiama dentro tutta la societ�.
I paragrafi 4.3, 4.4. e 4.5 del �Codice Etico sono dedicati alle violazioni al regolamento e sanzioni conseguenti. Spetter� alla societ� Foggia Calcio, ora, valutare ed agire di conseguenza. .�

Possibile che venga derubricato il tutto ad una “leggerezza”. Potrebbe�essere�incappato, infatti, proprio in questa fattispecie il Capitano del Foggia, che ha mostrato, in pi� di una circostanza, di essere una persona corretta (in campo e fuori) e disponibile. E chiss� che non lo abbia “tradito” proprio questa sua riconosciuta disponibilit�.�

Fonte: foggiatoday.it