Il Foggia cade immeritatamente 2-1 a Brescia

0
118 views

Il Foggia perde 2-1 a Brescia al モRigamontiヤ subendo entrambe le reti su situazioni di palla inattiva (una punizione ed un rigore) scaturiti da episodi dubbi. Dopo il vantaggio di Galano, la ripresa si chiude sullメ1-1 per il pareggio di Martella, nella ripresa Donnarumma ribatte in rete il suo rigore inizialmente respinto da Leali e fissa il punteggio finale.

Corini schiera il suo Brescia con il classico 4-3-1-2 che vede Alfonso in porta; linea difensiva a 4 con Sabelli e Martella terzini, Cistana e lメex Romagnoli al centro; in mediana Viviani detta i tempi tra Bisoli e Ndoj, mentre Spalek si muove da trequartista alle spalle del duo formato da Donnarumma e Torregrossa.
Grassadonia risponde con un 3-5-1-1 con Leali a difesa della porta; difesa a 3 con Loiacono e Ranieri ai lati di Billong; a centrocampo Zambelli e Kragl agiscono sulle corsie lateral, mentre Greco agisce da metronomo tra gli interni Gerbo e Deli; in avanti Mazzeo si muove da prima punta supportato da Galano.

Sembra partire meglio il Brescia con Torregrossa che al 4� impegna Leali con un debole ma angolato mancino da fuori, per� a passare in vantaggio � il Foggia: sull�azione successiva c�� la verticalizzazione di Kragl per Mazzeo che parte in posizione regolare, il centravanti del Foggia crossa al centro dove l�ex Romagnoli buca l�intervento e permette a Galano di controllare e battere con il mancino Alfonso.
Prova a reagire immediatamente il Brescia, con Gerbo e Ranieri che sono provvidenziali a chiudere sui tentativi di Spalek e Torregrossa al termine di unメazione prolungata, poi Ndoj al minuto 9 spara alle stelle da ottima posizione lメassist di Donnarumma precedentemente servito malamente da Billong.
Imprecisi i tiri di Cistana all�11� e Kragl al 20�, al 28� Loiacono va vicinissimo al raddoppio per il Foggia con una vol�e di destro su angolo battuto dalla destra da Kragl che termina di un soffio oltre il palo alla destra di Alfonso, con Mazzeo che non giunge sul pallone per un possibile tocco decisivo sotto misura.
Si giunge al 32メ ed il Brescia pareggia su punizione: Torregrossa tocca per Martella che lascia partire un sinistro potente e preciso che va a spegnersi nellメangolino basso alla sinistra di un incolpevole Leali.
Gerbo al 34� tenta il destro dalla distanza che viene bloccato senza patemi da Alfonso, poi al 36� il tentativo di Kragl dai 30 metri � di molto impreciso, cos� come quello di Viviani su sviluppi di corner al 39�.
Al 40メ invece Leali salva di puro istinto il Foggia sul tiro di punta di Torregrossa, servito da Spalek dopo un nuovo errore in fase di costruzione dal basso, mentre al 43メ Donnarumma spedisce alto il destro a giro del possibile 2-1.

Ad inizio ripresa Sabelli lancia in maniera precisa Torregrossa al 46� che calcia per� alto sulla traversa una ghiotta occasione. Donnarumma al 50� incorna alto l�assist di Spalek, poi al 54�, dopo una gran giocata di Deli sulla destra, Cistana anticipa di un soffio Galano all�interno dell�area piccola mettendo in corner.
Al 63� la svolta del match: il sig. Minelli decreta un calcio di rigore per un tocco tra Loiacono e Torregrossa, ma sembra pi� l�attaccante del Brescia a spingere il difensore rossonero; sul dischetto si presenta Donnarumma il cui tiro viene inizialmente respinto da Leali che per� nulla pu� sul tap-in del capocannoniere del campionato.
Al 75� Donnarumma dalla distanza non inquadra lo specchio della porta, e stessa sorte ha due minuti pi� tardi la zuccata di Iemmello sul cross dalla sinistra di Ranieri.
Allメ89メ la punizione di Kragl dai 30 metri viene deviata in angolo, poi nei 4 di recupero si vede solo un tiro al volo mancino di Gerbo che termina alle stelle ed una rovesciata che si spegne di molto sul fondo di Billong, prima del triplice fischio arbitrale.

Il Brescia � primo in classifica con 3 punti di vantaggio sul Palermo e +5 sul Lecce, trovando il 3� risultato utile consecutivo.
Il Foggia subisce la 2^ sconfitta esterna di fila e si ritrova ora al terzultimo posto con 2 punti di distacco sulla zona play-out e 4 (il Crotone � in vantaggio negli scontri diretti con i rossoneri) dalla salvezza diretta.

Tabellino

Brescia – Foggia 2-1
5メ Galano (Fog), 32メ Martella (Bre), 65メ Donnarumma (Bre)

Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Martella; Bisoli, Viviani, Ndoj (79メ Gastaldello); Spalek (60メ DallメOglio); Donnarumma, Torregrossa (77メ Rodriguez)
A disposizione: Andrenacci, Lancini, Cortesi, Semprini, Tremolada
Allenatore: Sig. Eugenio Corini

Foggia (3-5-2): Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Zambelli (84メ Cicerelli), Gerbo, Greco, Deli (84メ Chiaretti), Kragl; Galano (67メ Iemmello), Mazzeo
A disposizione: Noppert, Agnelli, Martinelli, Boldor, Matarese
Allenatore: Sig. Gianluca Grassadonia

Arbitro: Sig. Daniele Minelli di Varese
1メ Assistente: Sig. Luigi Lanotte di Barletta
2メ Assistente: Sig. Giovanni Baccini di Conegliano
Quarto Uomo: Sig. Valerio Marini di Roma 1

Ammoniti: 41メ Gerbo (Fog), 49メ Greco (Fog), 53メ Spalek (Bre), 63メ Loiacono (Fog), 69メ DallメOglio (Bre), 78メ Viviani (Bre)
Espulsi: /