Il Foggia sbanca Pesaro: 2-0 per i rossoneri

0
22 views

Preziosissima vittoria esterna per il Foggia di Marino in quel di Pesaro. Dagli altri campi giugono risultati favorevoli e il Foggia può quasi ipotecare la permenenza. Occorrono meno di tre minuti per vivere il primo sussulto. E´ Giraldi della Vis a provocare un brivido alla schiena per i sostenitori rossoneri; l´avanti marchigiano colpisce il palo dopo pochi secondi dal via. De Zerbi, vivace e voglioso, inizia a mettersi in mostra con un calcio piazzatto che sortisce però solo una mischia in area biancorossa. Ritmo notevole nella prima fase di gioco e frequenti cambiamenti di fronte. Al 16´ il grande protagonista è Francesco Rossi, autore di una parata “salva-risultato” su conclusione ravvicinata di Ferraro. Dopo lo spavento il Foggia si riorganizza e cerca di dare profondità alla sua azione; in particolare ci prova Del Core, che prima non raccoglie un suggerimento di De Zerbi poi impegna Criscuolo con un colpo di testa. Ma è un ottimo momento per il Foggia che prova ancora a passare, ma su una mischia in area marchigiana è bravo ancora l´estremo difensore dei padroni di casa a sventare il pericolo. Ad allegerire la pressione (e siamo intorno alla mezzora) rossonera è una bordata di Staffolani che trova pronto Rossi. Ma “La Luce” si è riaccesa e una sua punizione non va a buon fine solo per la bravura del portiere Criscuolo. Quest´ultimo diventa il vero protagonista dei minuti finali della prima frazione; buone e pericolose comunque le conclusioni dei centrocampisti Faieta e Catalano. Ma prima del duplice fischio del direttore di gara c´è tempo per annotare un´ottima possibilità di marca pesarese; Ferrario solo davanti a Rossi perde l´attimo giusto e l´occasione sfuma. La ripresa inizia con gli stessi effettivi e De Zerbi decide di impegnare severamente il portiere Criscuolo; lo fa con due delle sue punizioni (48´,51´) , applausi per due prodezze consecutive dell´estremo marchigiano. Al 22´ dopo una piccola fase di stanca della partita arriva la svolta; azione imbastita da Imbriani, rifinita da De Zerbi e chiusa da Umberto Del Core. Foggia in vantaggio ed esplosione di gioia nel settore ospiti dove sono assiepati circa 300 supporters rossoneri. Qualche minuto più tardi è ancora la premiata coppia De Zerbi-Del Core a sfiorare il raddoppio con uno stacco imperioso del pur “brevilineo” bomber autore del gol. A sette minuti dal termine Imbriani lascia il posto al nigeriano Ennynaya. Ad una manciata di minuti dal termine i rossoneri si distendono in contropiede, Brutto viene steso da Santi. Cartellino rosso per il difensore biancorosso e Foggia in superiorità numerica. Anche De Zerbi viene sostituito al novantesimo, poi Del Core tutto solo fallisce la più facile delle occasione per il raddoppio. Si soffre anche perchè Gava comanda cinque minuti di recupero, ma ancora in contropiede il Foggia chiude i conti. Discesa di Brutto, palla al centro, irrompe La Rosa. 2-0 e tutti a casa.