Il Teramo confida in Gabetta

0
23 views

TERAMO — Si riparte da Claudio Gabetta e dal Comunale sperando di ripetere i successi del girone di andata. Per il Teramo è come se cominciasse un nuovo campionato. Primo avversario è il Foggia. E comincia anche la nuova avventura di Gabetta richiamato alla guida della squadra nel tentativo di guarirla e di portarla fuori dai play-out e alla conseguente salvezza. Teramo-Foggia è quiasi un testacoda, i teramani sono quint’ultimi in classifica, i foggiani occupano la quarta piazza della classifica in piena corsa per i playoff. «Per noi ci sono sei finali » aveva detto nei giorni scorsi Claudio Gabetta prima di entrare in silenzio stampa ordinato dal presidente Malavolta. Bocche cucite quindi per ritrovare la migliore tranquillità e magari anche la vittoria. Perché ora conta solo ottenere il massimo lasciando da parte tutto il resto, cioè il disastroso girone di ritorno e la pessima gestione di Fiorucci giustamente esonerato. Il Teramo visto lunedì scorso con il Gallipoli non lascia spiragli alla speranza e alla possibilità di evitare i play-out, ma si confida ovviamente nel ritorno di Gabetta e nella conseguente sferzata che tutti i giocatori dovrebbero avere per tornare finalmente a giocare su livelli accettabili. Un po’ come quelli delle vittoriose gare, appunto nel girone di andata, con Salernitana, Cavese, Taranto, Ternana e nei preziosi pareggi con Perugia e Avellino accompagnati da prestazioni solide e convincenti. Serve quindi un Teramo come quello contro muna delle migliori squadre del campionato. Il Foggia arriva senza due giocatori importanti come Salgado e Marruocco entrambi squalificati. Nel Teramo tornano disponibili Gargiulo e Margarita, due giocatori sui quali fa affidamento Gabetta. Il mister non ha annunciato la formazione, ieri pomeriggio ha fatto svolgere l’ultimo allenamento che certamente gli sarà servito per avere un quadro più chiaro della suituazione tecnica e della condizione dei singoli giocatori. Sempre prima del silenzio stampa Gabetta aveva dichiarato che il modulo tattico sarebbe stato il 4-2-3-1con il quale aveva ottenuto ottimi risultati, la variante potrebbe essre il 4-3-3. Nell’undici titolare dovrebbe tornare Maury al posto di Bono, piena conferma per la coppia centrale Cascone-Migliaccio, il terzino sinistro sarà Radi. La coppia di centrocampo dovrebbe essere formata da Gargiulo e Catalano, l’alternativa è Capodaglio. Sulle tre quarti ci dovrebbero essere Margarita, Niscemi e Favasuli. In avanti Florian Myrtaj. Non è da escludere la presenza di Amodeo.

Fonte Il tempo
Fonte foto: sambenedettoggi.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui