Lecce-Catanzaro 3-0: Caturano e Torromino ancora una volta protagonisti

0
26 views

Quarta vittoria per il Lecce che affonda un Catanzaro arcigno al termine di una gara sofferta, nella quale le trame di gioco dei giallorossi sono state meno fluide che nelle precedenti partite, ma comunque efficaci quando si sono sviluppate eludendo il pressing dei calabresi, ben messi in campo da Somma.

Primo tempo

Il Lecce scende in campo per la seconda partita di campionato davanti al proprio pubblico con Drudi in campo dal primo minuto al posto di Giosa, oltre alla conferma annunciata di Bleve tra i pali. Al 4� Torromino impegna Grandi in una parata in due tempi. Il vantaggio del Lecce porta la firma di Salvatore Caturano che al 14� riceve al limite dell�area di rigore, controlla a seguire con le spalle alla porta e incrocia sul secondo palo con un preciso diagonale di sinistro. Al minuto 24� la prima occasione per il Catanzaro con Cunzi servito da Tavares dopo un errore di Vitofrancesco: il pressing dei calabresi rende pi� difficoltosa l�impostazione della manovra ai padroni di casa, con Pacilli e Ciancio ai margini del match.

Al 33� ancora Cunzi, ma da posizione ancora pi� ravvicinata, chiama Bleve ad una parata a terra. Passa un minuto e prima Drudi sbroglia in scivolata una situazione che si stava complicando e poi Tavares in acrobazia non riesce a imprimere la giusta forza e angolazione al pallone. La formazione di Somma acquisisce una supremazia territoriale alla quale il Lecce non riesce a opporre adeguate contromisure. Al 40� un altro errore in appoggio di Vitofrancesco consente a Tavares di puntare la porta, ma prima del tiro Drudi � provvidenziale. Al 40� l�ammonizione di Patti per fallo su Caturano � sacrosanta. Sul finire del tempo Torromino, imbeccato da Pacilli, sciupa la clamorosa occasione del raddoppio, preferendo un tiro dal limite ad uno pi� ravvicinato.

Secondo tempo

E� di Pacilli, su passaggio di Torromino, la prima conclusione della ripresa ma Grandi blocca la sfera grazie soprattutto all�intervento di un difensore che smorza la potenza del tiro. Al minuto 8 � ancora l�ex della Cremonese a creare scompiglio, il suo cross basso viene deviato dal portiere. Sul corner conseguente Caturano colpisce la volo ma l�opposizione del diretto avversario attutisce l�efficacia della conclusione che comunque lambisce il palo.

Allメ11 il pressing del Catanzaro si rivela ancora una volta efficace: Giovinco calibra un tiro dalla distanza, di poco alto sulla traversa. Al 58メ Padalino in campo Contessa per Ciancio, Somma risponde richiamando in panchina Cunzi per Campagna. Al 61メ una veloce trama tra Caturano e Mancosu – ottima prestazione in mezzo al campo la sua – manda al tiro Torromino, ma senza grandi risultati. Al 66メ Tavares gira al volo da posizione ravvicinata ma Bleve neutralizza in due tempi.

Il secondo cambio per il Lecce, al 69�, vede l�ingresso di Fiordilino per Lepore, mentre per il Catanzaro, due minuti dopo entra Sarao per Tavares. Torromino ci prova al 73�, ma il suo tiro dal limite dell�area � centrale e facile presa di Grandi. Al 76� il raddoppio � di Torromino, con un tiro a giro molto simile a quello con il quale aveva sfiorato il goal gi� dopo il vantaggio di Caturano. Al minuto 79� Caturano entra in area palla al piede e viene abbattuto da Prestia: rigore e seconda ammonizione per il centrale. L�attaccante dal dischetto non sbaglia e dopo cinque minuti Padalino gli concede una standing ovation mandando in campo al suo posto il giovane Persano.

Si torna in campo domenica sera, ancora al Via del Mare, contro la Casertana: in attesa del posticipo tra Virtus Francavilla e Foggia, il Lecce si gode la testa della classifica, con due lunghezze di vantaggio sul Matera vittorioso a Vibo Valentia.

Lecce-Catanzaro 3-0

LECCE (4-3-3): Bleve; Vitofrancesco, Cosenza, Drudi, Ciancio (58メ Contessa); Lepore (cap.) (69メ Fiordilino), Arrigoni, Mancosu; Pacilli, Caturano (85メ Persano), Torromino. A disposizione: Chironi, Gomis, Monaco, Vutov, Tsonev, Giosa, Capristo, Vinetot, Maimone. Allenatore: Padalino

CATANZARO (3-4-1-2): Grandi; Di Bari (cap.), Prestia, Patti (78メ Moccia); Esposito, Roselli, Van Rasbeeck, Pasqualino; Giovinco; Cunzi (58メ Campagna), Tavares (71メ Sarao). A disposizione: Leone, Favaro, Icardi, Sabato, Bensaja, Basrak, Maita, De Luca. Allenatore: Somma

Marcatori: 14メ e 80メ Caturano, 76メ Torromino

Ammoniti: 41メ Patti, 67メ e 79メ Prestia
Arbitro: Forneau. Assistenti: Scarica e Parrella

Spettatori: 11751 di cui 9183 abbonati e 2568 paganti

fonte: lecceprima.it