Marino: “Punteremo ad una salvezza tranquilla”

0
54 views

“Spesso è la nostra stessa mentalità a punirci. A Foggia c´è molta voglia di vincere e questo ci porta a commettere degli errori. In alcune occasioni ci si potrebbe accontentare anche di un punto, ma non riusciamo a mantenere la concentrazione per la totale durata della partita”. Così Pasquale Marino ha commentato la sconfitta patita contro la Sambenedettese. Il tecnico siciliano è intervenuto telefonicamente nel corso della ventitreesima puntata di “Assist”. “Dobbiamo andare avanti con serenità imparando a non esaltaci troppo dopo una vittoria e a non abbatterci oltre misura dopo le sconfitte, ha detto. Il campionato è ancora lungo e c’ è tempo per centrare il nostro obiettivo che è la salvezza tranquilla”. Si mostra tutto sommato ottimista mr Marino. Sa che la salvezza è sicuramente alla portata dei suoi uomini nei quali continua ad avere la stessa fiducia. Positivo il commento sulla prestazione dei nuovi arrivati Imbriani e Marra. “Credo che Imbriani abbia fatto vedere buone cose e ci potrà tornare utile. Così come Marra che mi sembra si sia mosso bene nei pochi minuti giocati”. La voglia di non mollare contraddistingue il tecnico di Marsala che comunque, non nega la forza delle dirette concorrenti: “credo che le squadre che ci precedono siano buone squadre che meritano la posizione che occupano, Samb compresa. Anche se, per quanto ci riguarda, in tante occasioni siamo stati sfortunati”. Questo non significa che si stanno cercando degli alibi “anche perché al tifoso non puoi raccontare che si è perso per via di alcuni episodi. Speriamo solo di poter regalare loro altre soddisfazioni”. “Anche se –continua a precisare- dobbiamo imparare a vivere alla giornata e toccare il prima possibile la quota salvezza”. Il prossimo turno vedrà il Foggia opposto ala Viterbese, prima in classifica assieme all’Acireale. In ogni caso, Pasquale Marino non dispera: “Andremo a Viterbo con il coltello tra i denti e sono convinto che sapremo renderci protagonisti di una buona gara”.