Si chiude la ventitreesima puntata di ASSIST

0
44 views

E´ partita la ventitreesima puntata di ASSIST. Subito un saluto alla squadra del Bovino, che avrebbe dovuto occupare la tribunetta. Un impegno dell´ultim´ora fa slittare ad un´altra occasione la loro presenza ad ASSIST. Ospiti in studio: Emanuele Losapio, giornalista de “La Grande provincia”, l´assessore allo sport Umberto Candela e l´opinionista Enrico Ciccarelli. Alla consolle informatica Roberto Zarriello. Doveroso dedicare la prima parte di Assist all´episodio accaduto ieri allo Zaccheria, quando tre giornalisti (Tonio Sepa, Lino Zingarelli, Gigi Contessa) non hanno potuto accomodarsi in tribuna stampa come di consueto, per divergenze con lo staff societario del Foggia Calcio. Enrico Ciccarelli così commenta il divieto imposto dalla società “Sono più dispiaciuto che indignato. Mi lascia perplesso questa idea bambinesca di “punire” queste persone che, tengo a ricordare non sono invitati allo stadio, ma vanno allo stadio a lavorare”. Intanto, però sembra che la situazione vada rischiarandosi almeno per quello che riguarda Lino Zingarelli, in procinto di chiarirsi con i vertici societari. Sulla stessa lunghezza d´onda Emanuele Losapio che considera anche paradossale la spaccatura createsi all´interno della società sull´accaduto, con i due comunicati stampa, uno dei quali firmato da chi si dissociava dalla decisione di vietare l´ingresso ai giornalisti. A proposito dell´accaduto viene raggiunto telefonicamente l´avvocato Michele Vaira, che potrebbe essere interpellato da uno dei giornalisti nel caso in cui ci fossero strascichi legali. “Quanto accaduto mi lascia sconvolto e meravigliato. Non si era mai verificata in passato una simile situazione, anche in casi peggiori”. Interviene in trasmissione anche uno dei diretti interessati, ovvero Lino Zingarelli che conferma d´aver avuto un chiarimento con Antonio Vitale: “Abbiamo chiarito certi aspetti e convenuto sulla necessità di stemperare i toni. La società ha comunque garantito che d´ora in avanti si rivedranno un pò i criteri di gestione e di accesso alla tribuna stampa”. E´ tempo di parlare di calcio giocato ad ASSIST, con le immagini di Foggia-Sambenedettese, precedute da quelle relative ad un interessante incontro svoltosi a Foggia martedì ed organizzato dal dottor De Meo presidente dell´AIA di Foggia : “Momento importante, ulteriore tassello per favorire la crescita dei giovani arbitri foggiani” afferma l´assessore ed osservatore arbitrale Candela. “Una importante occasione vista anche le illustri presenze relative ai vertici del calcio pugliese e che premia l´impegno della sezione arbitrale di Foggia”. E sulla prestazione di ieri dei satanelli, l´assessore aggiunge “Ho visto tanta volontà, ma abbiamo incontrato una squadra cinica che ci ha puniti. Ho qualcosa da dire sull´aspetto comportamentale di qualche calciatore, come il portiere Rossi che, ad esempio ha scagliato rabbiosamente il pallone contro l´avversario col rischio di essere espulso”. In studio arriva la voce di mister Marino che così commenta la quinta sconfitta interna: “Tante volte è la nostra stessa mentalità a punirci. A Foggia c´è molta voglia di vincere e questo ci fa commettere degli errori. A volte ci si potrebbe accontentare anche di un punto, ma non riusciamo a mantenere la concentrazione per la totale durata della partita” E sull´inserimento dei nuovi: “Imbriani e Marra mi hanno fatto ieri una buona impressione. Hanno avuto la sfortuna di esordire contro compagini più forti di noi. Per quel che riguarda le assenze, credo che i tifosi non si possono accampare alibi. Bisogna trovare il giusto equlibrio, non illudersi troppo per le vittorie (anche perchè molto spesso toglierebbero tranquillità alla squadra” e non cedere allo sconforto quando le cose vanno male. I proclami non servono, possono andar bene fino ad un certo punto. Noi dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo che è alla nostra portata, anche perchè, ad essere sincero ieri ho visto dei miglioramenti rispetto alla gara di Catanzaro”. Le immagini della gara mettono in luce qualche svariore di troppo del reparto arretrato del Foggia e un pò di sfortuna in attacco dei rossoneri. Applausi ai nuovi arrivi. E mentre scorrono le immagini spazio ai tifosi da casa. L´amico Pino rimarca la grande delusione, ma mette in evidenza alcuni problemi come la tenuta e qualche perplessità sulla campagna acquisti. Poi i soliti interrogativi sulla società. Il telespettatore Enrico analizza la crisi del pacchetto arretrato (causa a suo modo di vedere dei problemi attuali della squadra) mettendo in luce la mancanza di un difensore di buon livello. L´esito finale del sondaggio (che resterà in home-page per tutta la settimana) e i saluti chiudono l´odierna puntata di ASSIST. L´appuntamento con ASSIST in tempo reale torna fra sette giorni.