Mercato di C: Pavia su D´Alterio, il Pizzighettone sogna il ritorno di Coralli. La Lucchese segue Di Vicino

0
23 views

MILANO – Il mercato di riparazione sta entrando nel vivo e coinvolge sicuramente le squadre che hanno più deluso nel girone di andata. Il Pizzighettone cerca una punta anche in considerazione del fatto che Campolonghi è richiesto dal Pavia che cederà il centrocampista Bevo al Potenza. Il sogno è il ritorno da Lucca di Coralli sulle cui tracce c’è anche il Padova che potrebbe proprio girare ai rivieraschi bomber Tarallo. Alla squadra di Venturato potrebbe arrivare Zerbini del Venezia che è chiuso in laguna. Per il centrocampo degli azzurri il primo nome è Diego Di Chiara, ex Novara e Pistoiese, che non trova spazio nel Verona. In partenza anche uno dei portieri: Cordaz è corteggiato dal Treviso, mentre Alfonso potrebbe rientrare al Chievo.
Praticamente chiuso il passaggio di Zanoletti alla Cremonese che girerà alla squadra bresciana il difensore Pini e Stefano Franchi. Lascia lo Zini il centrocampista Smanio che scende di categoria per accasarsi al Carpenedolo e sarà sostituito da Massimo Scoponi del Martina, ex Spezia e Modena, mentre Napolitano è inseguito dal San Marino. I grigiorossi seguono attentamente anche l’esterno sinistro del Mantova Nicola Donazzan, mentre il Pavia sonda per D’Alterio del Foggia
Si è già mosso l’Ivrea che ha acquistato dal Pisa i difensori Tommaso Movilli e Federico Lazzeri, mentre dal Bari arriva il centrocampista Berardi. E’ sul mercato l’ala sinistra Pontarollo che vorrebbe rientrare a Monza, ma la società ha già dei contatti con la Lucchese e il Venezia. Nella ricerca del goal il Cittadella affida i propri sogni di play off a Luigi Di Pasquale appena acquistato dal Brescia, mentre il Grossetto ha nel mirino il ritorno del centrocampista Stefano Bellè per aggiustare il centrocampo. Partenza sicura per il portiere Pagotto che interessa all’Arezzo disponibile a scambiarlo con Marconato, ma c’è anche l’interesse del Pisa in caso di partenza del proprio numero uno Puggioni. Il centrocampista, di scuola interista, Valeri è seguito da squadre di serie B.
A Lucca il nuovo direttore generale Fabrizio De Poli ha segnato il nome del centrocampista granata Fabio Ballo, ma soprattutto di due giocatori di qualità del Bari: l’estroso Giorgio Di Vicino e l’ala Giorgio La Vista. Pronto l’attacco all’ala dell’Arezzo Chiappara in cambio di Di Gennaro.
Sicuramente ci sarà una girandola di attaccanti: Alteri è messo sul mercato dalla Pistoiese, ma soprattutto sono seguiti Egbedi e Guidetti.
Il nigeriano del Monza è seguito dall’Ivrea e dal Novara, ma anche squadre cadette, come l’Albinoleffe, hanno bussato alla porte dei biancorossi che potrebbero privarsi anche di Espinal che dovrebbe essere sostituito dal napoletano Montesanto. Bomber Guidetti, dello Spezia, è seguito insistentemente da Andrea Mandorlini, neo allenatore biancoscudato, che lo vorrebbe a Padova dove l’ex giocatore del Lumezzane ha già giocato. Intanto nella città del Santo sono in arrivo Di Deo della Ternana e Di Cecco dell’Avellino.
La Pro Sesto ha ceduto il centrocampista Bersi al Montichiari, un ritorno, e punta ad un uomo d’ordine che potrebbe essere Morosini dell’Udinese, in prestito al Bologna, e ad un centravanti da mettere in ballottaggio con Araboni per la maglia da titolare.
A Reggio Emilia continuano a ricevere offerte per Alan Carlet, si sono fatte avanti Padova, Venezia e Novara che potrebbe privarsi di Matteassi richiesto da numerose squadre di B.
La Sangiovannese deve rinforzare la difesa ed ha pensato ad uomini di esperienza come Maurizio Peccarisi e Gabriele Ulivi, mentre per l’attacco ha richiesto al Genoa il giovane Salvatore Aurelio.
In partenza Eddy Baggio che potrebbe finire al Frosinone in cambio dell’argentino Castillo disponibile ad andare al Pisa, ma c’è anche l’interesse del Venezia che ha anche chiesto alla Cremonese il bomber Carparelli che il neo mister Roselli ha giudicato incedibile.
Fonte: www.tuttalac.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui