Messina, Marra: “Gara non facile, voglio l´atteggiamento di Catanzaro”

0
24 views

“A Catanzaro non siamo stati belli, ma l´atteggiamento � quello che voglio io”. La conferenza pre Messina-Paganese per Sas� Marra inizia da ci� che di buono ha visto al Ceravolo, quando il gol di Mancini � valso il blitz e tre punti d´oro: “Ho visto buoni segnali sulla mentalit� e lo spirito e abbiamo raccolto punti importanti per l´autostima e la crescita, siamo giovani e impegnandoci cos� la gente ci apprezzer� e i risultati arriveranno”. La Paganese di Gianluca Grassadonia sembra un avversario non irresistibile. Marra, completamente senza voce dopo aver stimolato i suoi nella rifinitura, per� non � del tutto d´accordo: “Domani non sar� una partita alla portata, non ci sono partite del genere; ogni domenica nascono sorprese e noi dobbiamo confermare quanto di buono fatto a Catanzaro. Abbiamo massimo rispetto per la Paganese e non siamo nelle condizioni di pensare di essere superiori al nostro avversario, hanno un allenatore e giocatori importanti, probabilmente saranno arrabbiati dopo la sconfitta immeritata col Monopoli”.

Capitolo infortuni e squalifiche: “Ci saranno rientri importanti domani – afferma l´allenatore giallorosso – e conferme su altri che hanno giocato poco. Palumbo va in panchina se ce la fa, De Vito e Musacci tornano, Akrapovic invece ha avuto una distorsione e al massimo sar� in panchina”. La gara sar� “insidiosa e non dobbiamo abbassare la guardia come gi� fatto, non vogliamo tornare nel momento brutto e, anzi, alimentiamo questa piccola euforia con i risultati. Avevamo fatto buone prestazioni senza punti – prosegue Marra – e tutto ci veniva contro, ora bisogna saper tenere la concentrazione della vittoria. � un esame di maturit� per noi, troveremo una squadra arrabbiata e noi dobbiamo avere massimo rispetto e mettere in mostra coraggio, determinazione e voglia”.

Per quanto riguarda la formazione, il Messina si schierer� con “De Vito a sinistra, in mezzo Maccarrone e Bruno che a Catanzaro hanno dimostrato di poter fare bene e tenere il campo anche in fase di possesso, mentre De Vito in fascia ci d� spinta ed esperienza. Con Mancini abbiamo un giocatore tecnico in pi� ed � aumentata la qualit�, lui ha messo grande quantit� e voglia: mi ha stupito e, in generale, abbiamo grandi risposte dalla squadra, da tutti i reparti”. Idee chiare per Marra anche riguardo la Paganese: “Grassadonia voleva fare il 4-3-3, ma da Catanzaro � passato al 352 con Cicerelli largo a destra che gli d� grande garanzie e nuove soluzioni. Noi abbiamo preparato la partita per affrontare entrambi i moduli, sappiamo che non ci sar� Iunco ma recupera Herrera che in questa categoria fa la differenza”. Il discorso vira poi su Milinkovic, uno degli uomini di punta di questo Messina: “Deve avere meno frenesia e deve reagire bene agli errori, perch� non gli gira sempre tutto bene nell´arco della partita. Deve stare tranquillo, abbiamo massima fiducia in lui e i numeri dimostrano quanto sia importante per la squadra con gli assist. Ci sta lavorando tanto Enrico – conclude Marra -, cercando di dargli tranquillit�”.

fonte: messinanelpallone.it