Orazio Russo:”Il Padova è più vivo che mai”

0
17 views

«A Cava dei Tirreni abbiamo dimostrato di esserci. Alla grande. Dando una risposta precisa a chi ci credeva in crisi». Eccolo, Orazio Russo, un uomo per tutte le stagioni, secondo anno al Padova, il pendolino terribile l’altro ieri è stato un’autentica spina nel fianco della Cavese. «Si poteva anche vincere, intendiamoci, se riuscivamo a essere più cinici. Però il punto conquistato a Cava non è affatto da buttare: non per niente loro sono imbattuti da due anni e mezzo in casa. Insomma, l’essenziale è aver dimostrato di essere più vivi che mai. Siamo un gruppo pieno di risorse».
Russo in terra campana ha sostituito lo squalificato Baù, pronto a tornare in pista nella sfida di domani sera con il Foggia all’Euganeo, nel recupero del 14esimo turno. «Se penso di aver messo in difficoltà Ezio Rossi con la mia prestazione? Per carità, la causa del Padova primo di ogni altra cosa. E’ ovvio che bisogna farsi trovare pronti, quando c’è un’opportunità. Ma credo che questa sia sempre stata la prerogativa di un gruppo vincente, come il nostro. E per quanto mi riguarda, il mister sa benissimo che può contare su di me in qualsiasi momento».
Riecco la zona play off. Orazio annuisce. «Sì, questo è l’altro segnale importante che abbiamo lanciato domenica: siamo tornati in quota spareggi-promozione. La Cremonese è avanti sette punti? Il campionato è ancora lungo». Rispetto allo scorso anno il Padova viaggia con sette punti di vantaggio (26 a 19).
E non c’è nemmeno il tempo di metabolizzare il 2-2 esterno con la Cavese che incombe la sfida casalinga di domani sera (alle 20,30, arbitro D’Alesio di Forlì)) con il rilanciato Foggia. E qui Orazio sbotta. «Sono partiti male, ma tengono una rosa di tutto rispetto. Anzi, potrebbero avere ancora più punti (20, ndr) di quelli che hanno. Che Padova servirà? Sarebbe troppo facile rispondere: quello dei derby, nove punti in tre gare con Cittadella, Venezia e Verona. Allora dico: giochiamocela da Padova, facendo la nostra partita, con attenzione e determinazione. Quanti punti prima di Natale con Foggia, Monza e Novara? Noi in campo si scende sempre per ottenere il massimo…».
Di nuovo in pista. Muzzi e Baù hanno scontato il turno di squalifica, Bovo sembra recuperato. Però, ora come ora, l’unico certo di tornare in pista è Eder. Oggi allenamento pomeridiano (14,30) a Bresseo. Domani mattina (10,30) la rifinitura, sempre in quel di Bresseo.

Fonte: Leggo
Fonte foto: biancoscudati.net

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui