Padova, ti ricordi come si vince?

0
21 views

PADOVA – Breve riassunto delle puntate precedenti. Il Padova non vince dallo scorso 4 novembre (3-0 all’Hellas): 38 giorni di astinenza, con due pareggi, l’ultimo tre giorni fa a Cava dei Tirreni, ma nel mezzo pure due sconfitte mica da ridere. Quella beffa al 90’ a Sesto San Giovanni, e quella interna con la Cremonese, fatta più grande di quanto non sia stata decantata dal suo condottiero (Mondonico).
Stasera (20,30) va in scena il recupero del 14esimo turno, non disputato il 18 novembre: all’Euganeo sbarca il Foggia. Occasione propizia per tornare al successo, visto che i rossoneri pugliesi fuori casa non si sono dimostrati (finora) affatto dei dragoni, avendo raccolto la miseria di due punti sui 20 fin qui raccolti.
Tuttavia Ezio Rossi preferisce andare con i piedi di piombo. «Affronteremo un avversario che fa dell’intensità e velocità le sue armi migliori. E’ vero che in trasferta soffre, e speriamo confermi anche qui il suo trend per nulla esaltante, però possiede qualità importanti, avendo 3-4 giocatori provenienti dalla B. E’ una squadra che gioca e fa giocare: insomma, dovrebbe essere una bella partita. Cosa mi aspetto? Beh, di vincerla, visto che non facciamo tre punti in blocco dal derby col Verona. E da qui a Natale (trasferta a Monza, poi in casa col Novara, ndr)? Sette punti: ci potrei mettere anche la firma. Significherebbe chiudere l’anno solare a quota 33. Non sarebbe male. Le prime sono avanti di sette punti? Ribadisco: la bagarre, ora siamo in nove a lottare, resterà tale fino a marzo o aprile».

Fonte: Leggo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui