Pea e Sannino i nomi nuovi per la panchina

0
31 views

Si inizia a muovere timidamente il mercato del Foggia in attesa di buone nuove societarie. Si parte dai primi due importanti nodi da sciogliere. Da qualche giorno il dt Fusco � all�opera per risolvere la questione compropriet�. Sulla bilancia ci sono i contratti di Mattioli (Lecce), Zappino (Frosinone), Di Roberto (Frosinone) e Velardi (Palermo). Sullo stesso binario viaggiano i contratti di Piccolo e Troianiello, reduci da due prestiti con diritto di riscatto della met�. Di questi il pi� vicino alla riconferma sembra essere Velardi mentre per Di Roberto e Zappino sar� aperto un canale di affari con il Frosinone con il quale resta in ballo anche la posizione di Troianiello e l�interesse dei ciociari per la punta Domenico Germinale. Complessa anche la situazione per la compropriet� di Mattioli. Se non si arriver� ad una risoluzione entro il ventisei si andr� alle buste ed in caso di offerte identiche o pari a zero il calciatore rimarrebbe in rossonero.

Il secondo nodo importante da sciogliere � quello dell�allenatore. Novelli � corteggiato da mezza Lega pro ed attende ancora una chiamata, intanto circolano i nomi dei suoi sostituti. Dopo quelli di Fusi e Camplone (con il primo molto pi� “lontano” del secondo) ecco i nomi di Pea e Sannino. Il primo era gi� stato vicino al Foggia la passata stagione quando prefer� rimanere al timone della Samp Primavera. Giuseppe Sannino, invece, � l�artefice della promozione diretta del Varese dalla seconda alla prima categoria. Il suo arrivo potrebbe essere in qualche modo “facilitato” dalla situazione tutt�altro che rosea della societ� biancorossa che, per bocca del suo presidente Roselli, potrebbe non iscriversi al prossimo torneo di prima divisione. Una decisione che spiazza i tifosi ancora in piazza per i festeggiamenti promozione. Ma sull�agenda del dt non sono solo questi i nomi al vaglio, il tutto per� resta direttamente subordinato alla definizione della situazione societaria. L�elezione del sindaco (prevista per questa sera) potrebbe dare un�accelerata.

A margine di queste problematiche c´� anche quella relativa al ritiro. Al vaglio della dirigenza localit� in Trentino, Umbria e toscana. Queste due potrebbero essere le mete pi� probabili.