Polemiche in Puglia:”Spogliatoio spaccato”

0
22 views

Giallo in casa del Foggia. La rifinitura di ieri, prevista per la mattina,a sorpresa è stata spostata al pomeriggio. La squadra si è trattenuta per quasi due ore negli spogliatoi: tecnico e giocatori si sono confrontati a lungo dopo le dichiarazioni scottanti rilasciate da Mario Salgado sulle pagine locali di un quotidiano sportivo. L’attaccante cileno avrebbe parlato di “spogliatoio rotto” e di “tensioni all’interno del gruppo”.
Inevitabile la reazione della squadra, che ieri, prima di scendere in campo per l’allenamento, ha voluto chiarire le affermazioni espresse da Salgado. Alla fine del confronto, clima pesante e facce scure. Al rientro in campo dei giocatori, il difensore Ignoffo (oggi squalificato) ha motivato il ritardo spiegando che “il gruppo ha chiesto chiarimenti a Salgado”, mentre il presidente Tullio Capobianco, presente allo stadio “Zaccheria”, ha invitato l’ambiente a “non sprecare energie in polemiche. Ho letto le dichiarazioni del nostro attaccante – ha aggiunto il patron rossonero – ma ognuno deve prendersi le proprie responsabilità senza scaricare la colpa sugli altri. Se i giocatori parlano di limiti caratteriali, inizino per primi a tirar fuori gli attributi. Domenica scorsa ad Avellino sono scesi in campo con la paura nelle gambe e senza la giusta cattiveria agonistica. Mancano ancora dodici partite e siamo sempre al quarto posto. Non dobbiamo assolutamente mollare adesso. Possiamo ancora raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. Reagiamo e non sprechiamo tempo in polemiche”.
Ha preferito gettare acqua sul fuoco l’allenatore (ex biancorosso) Fulvio D’Adderio. “Non c’è stato alcun faccia a faccia o almeno se c’è stato, io non ero presente – ha affermato -. Abbiamo visto una cassetta sulla gara Ancona-Perugia. I dorici sono vivi, hanno buone individualità e domenica scorsa hanno offerto una prestazione molto grintosa. Il pericolo maggiore potrebbe essere la nostra eccessiva voglia di far bene”. Resta il punto interrogativo su Mastronunzio: l’attaccante è stato convocato, ma è alle prese con una contrattura e non dovrebbe andare neppure in panchina. Assenti i difensori Ignoffo e D’Alterio (squalificati), il modulo sarà il 3-4-1-2 con l’ingresso di Moi sulla retroguardia, Panarelli sulla fascia destra e Pecchia ad agire sulla trequarti.
BIGLIETTI – L’U.S. Foggia rende noto che i botteghini dello stadio Zaccheria oggi saranno aperti dalle 9,30 alle 12,30 per motivi di ordine pubblico.

Fonte: Corriere adriatico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui