POTENZA, si riapre il processo

0
19 views

Per dovere di chiarezza e per non ingenerare un senso supplementare di paura e di smarrimento dinanzi alla possibilit� che il Potenza venga cancellato dalla mappa calcistica professionistica, ripercorriamo brevemente quello che accadde il 9 febbraio e quello che potrebbe accadere domani. La premessa � fondamentale: ossia nulla � cambiato, n� in bene n� in male, rispetto a quanto accadde alla prima udienza.
In quel caso, il presidente della Corte di Giustizia Federale, dal nome benaugurante (Giancarlo Coraggio), giudic� lacunosa la documentazione di Palazzi e chiese al procuratore capo della Figc di integrarla con il verbale dell�interrogatorio di Evangelisti. Non si discusse minimamente sull�ammissibilit� o meno del ricorso di Palazzi. Quindi anche il prossimo venerd� si dovr� partire da zero: ossia la Corte di Giustizia Federale dir� se il processo su �Potenza-Salernitana� deve essere riaperto (e si entra nel merito) o, vista l�assenza di �elementi nuovi�, va respinta la richiesta di Palazzi. La quale, per essere ancora pi� espliciti, � sempre la stessa: esclusione dal campionato di competenza per il Potenza e -6 alla Salernitana.
La Corte vaglier� le eccezioni difensive del Potenza che punta a ritenere il ricorso inammissibile a livello procedurale. Se dovessero essere respinte, ossia se la Corte decidesse di riaprire il processo, il Potenza andrebbe a difendersi nel merito con una serie lunghissima di eccezioni.
E� vero, per�, che l�avvocato Chiacchio � stato esplicito nel dire: �Se si riapre, bene che vada il Potenza sar� in Seconda Divisione�. Questo non vuol dire, per�, che accadr� solo perch� Palazzi ha presentato il documento chiesto dalla Corte e vi ha aggiunto altri elementi. Il club rossobl� avr� la possibilit� di difendersi e di far valere le proprie ragioni che attengono fondamentalmente all�inammissibilit� di un soggetto diverso dai precedenti deferiti (Evangelisti) e agli errori procedurali della Procura, oltre ad evidenti ragioni di opportunit�.
Chi si prenderebbe mai la responsabilit� di condannare una citt� intera senza sapere se effettivamente (ricordiamo che vige la presunzione di innocenza fino a una sentenza passata in giudicato) Postiglione e il suo entourage sono effettivamente responsabili di tutti i reati loro ascritti?

fonte: Il Quotidiano della Basilicata