Prossimo turno: tanti incontri testa-coda

0
26 views

In questa ventisettesima giornata di campionato, la particolarit� che salta all´occhio � che non ci sono dei veri e propri scontri diretti, ma piuttosto partite che vedono di fronte squadre le quali occupano posizioni in classifica distanti tra loro. E´ per esempio il caso della capolista Verona che va a far visita al Pescina in quel di Avezzano. Gli scaligeri sono reduci dalla batosta interna contro la Reggiana e con gran voglia di riscatto. I marsicani sono terzultimi e si ritrovano ad affrontare una squadra, quella di Remondina, che fuori casa non ha mai subito gol.

Altro scontro testa-coda � Foggia-Reggiana. All´andata i rossoneri si imposero al Giglio. Oggi invece sono in una situazione disperata, all´ultimo posto, e non vincono da sette turni. Inoltre, le ultime quattro sfide allo Zaccheria sono terminate sempre con una sconfitta, e in questo i granata (gi� vincitori al Bentegodi una settimana fa) trovano terreno fertile. Mancheranno per� Rossi e Stefani, diciotto reti in due, quasi la met� dell´intero bottino reti dei toscani. Una gara sicuramente interessante.

Al Simonetta Lamberti la Cavese ospita il Portogruaro. Veneti terzi in classifica, attraversano un buon momento e scendono in terra campana per consolidare la posizione in zona playoff. I metelliani sono in uno stato di grazia e da ben cinque turni hanno un ruolino di macia che rispetta la media inglese: vittoria in casa e pareggio in trasferta. Continuando di questo passo, la salvezza � assicurata tranquillamente, ma guai a rilassarsi troppo.

Dopo il buon pareggio ottenuto la scorsa settimana a Ravenna, il Pescara torna all´Adriatico per affrontare la Spal: gli estensi non perdono da ben otto turni in cui hanno totalizzato sedici punti che sono valsi l´uscita dalla zona pericolosa (+7 dai playout). Un ruolino di marcia niente male per una squadra che stentava parecchio. Gli abruzzesi, invece, non vincono da quattro gare e l´ambiente � in fermento: urge la vittoria scaccia-crisi, anche perch� le inseguitrici sono ad un tiro di schioppo.

Seconda gara interna consecutiva per il Real Marcianise che affronta il Cosenza al Progreditur. Gialloverdi beffati una settimana fa dal gol-pareggio a tempo scaduto del Rimini che ha lasciato non pochi strascichi. Cosenza nella bufera dopo la sconfitta interna patita per mano del Potenza ultimo in classifica: polemiche, veleni e accuse di tutti i tipi da parte della tifoseria silana. Per entrambe la posta in palio � altissima: vietato fallire.

Va di scena la Ternana al Romeo Neri di Rimini. Le fere sono in zona playoff ma hanno sul collo il fiato degli inseguitori. E tra questi c´� proprio la squadra di Melotti che � a quattro lunghezze. Una vittoria per i romagnoli potrebbe significare riavvicinamento e riapertura dei giochi in chiave spareggi, per cui ci si aspetta una partita all´attacco. E il ruolino di marcia interno del Rimini, a tal proposito, lascia ben sperare.

Un Giulianova in crisi di risultati si ritrova al Fadini a dover affrontare un Ravenna anch´esso afflitto da un periodo di “magra”. Gli uomini guidati da mister Esposito non vincono da sei partite, in cui hanno racimolato solo quattro punti, uscendo dalla zona playoff e costretti ad inseguire. La trasferta abruzzese, quindi, � tutt´altro che agevole anche perch� i ragazzi di Bitetto danno l´anima per ottenere sempre la vittoria, specialmente in casa.

Si gioca al Viviani una gara importante per il Potenza: contro il Taranto, la squadra di Eziolino Capuano, ultima in classifica, tenta di bissare il successo di una settimana fa al San Vito di Cosenza. Ma gli ionici non subiscono reti da oltre cinquecento minuti, un record di imbattibilit� che Bremec vorr� certamente prolungare, anche perch� adesso i playoff sono davvero a portata di mano e un eventuale colpaccio esterno (che manca da troppo tempo) potrebbe completare la rincorsa iniziata qualche mese fa.

Andria-Lanciano si gioca nel posticipo serale del luned�. Padroni di casa reduci dal buon pari in casa del Portogruaro, e vogliosi quanto prima di conquistare la salvezza. Ma la “Degli Ulivi” arriva una formazione, quella frentana, capace di rimanere fino ad ora imbattuta in trasferta, con un score esterno migliore di quello casalingo.