Reggina-Catania 1-1: per gli etnei un punto e parecchi rimpianti

0
22 views

Il Catania torna in campo dopo lo stop forzato e le polemiche inerenti il rinvio del match interno contro il Fondi. Contro la Reggina mister Rigoli si affida ad un 4-3-3, con le novit� Fornito a centrocampo e Piscitella in attacco. L�allenatore amaranto Zeman lancia il giovane scuola Inter Knudsen, confermando dieci undicesimi dell�equipe schierata qualche giorno fa ad Agrigento.

Partita inizialmente equilibrata, con le due squadre che si studiano badando a non scoprirsi. Il primo squillo � del Catania, con Paolucci, ma l�attaccante etneo non trova la giusta potenza e facilita l�intervento del portiere amaranto Sala. Le due contendenti faticano a bucare le difese avversarie e le occasioni latitano. Al 28′ � Piscitella a sbloccare l�incontro: tutto ha inizio da una rimessa laterale battuta da Nava, il quale innesca Russotto, bravo a liberarsi di un paio di avversari e servire nell�area piccola l�esterno scuola Roma. Piscitella non si fa pregare e realizza da rapace la rete dello 0-1. La Reggina subisce il colpo e non riesce a graffiare la retroguardia etnea. Al 45′ il Catania torna negli spogliatoi per l�intervallo in vantaggio di una rete.

Ad inizio secondo tempo la Reggina parte forte, impegnando non poco i rossazzurri. Bastrini e Gil sono costretti agli straordinari, ma impediscono a Oggiano e Knudsen di sfondare in area di rigore. Al 51′ il Catania sfiora il raddoppio: Russotto prende palla sulla trequarti, supera un avversario accentrandosi da sinistra e scaglia un pregevole destro a giro. La conclusione si stampa sul palo lontano, nel rammarico del numero 10 rossazzurro. La risposta amaranto non si fa attendere: prima � De Francesco a sfiorare il pari, con una punizione a giro vicinissima all�incrocio. Poi, al 58′, Kosnic inzucca sugli sviluppi di un corner, ma la sfera non trova lo specchio. Al 63′ Rigoli, intuendo il calo dei suoi, effettua il primo cambio, inserendo Di Grazia per un ottimo Russotto. La Reggina spinge alla ricerca del gol e al 68′ tocca a Pisseri neutralizzare la potente sassata dalla distanza di Oggiano. Tra i rossazzurri entra anche Di Cecco, che sostituisce Piscitella, mentre nella squadra di casa fanno l�ingresso in campo Roman� e Bangu. Proprio il centrocampista scuola Fiorentina al 77′ realizza l�1-1, battendo Pisseri di prima intenzione dopo aver raccolto l�assist di Coralli in area. Al minuto 81 Fornito tenta di pescare il jolly dalla distanza, ma trova la pronta deviazione in corner di Sala. Rigoli prova il tutto per tutto gettando in mischia Calil per Scoppa, ma il match non vive ulteriori sussulti.

Al triplice fischio di Perotti � 1-1. Catania padrone del campo per larghi tratti di gara, ma incapace di reagire dopo la rete di Bangu e probabilmente in debito di ossigeno e idee nel finale. In vista della difficile trasferta di Matera, il punto guadagnato al Granillo riduce la penalizzazione ma non pu� di certo soddisfare appieno la truppa etnea.

REGGINA-CATANIA 1-1

REGGINA (4-3-3): Sala; Cane, Gianola, Kosnic, Possenti; Knudsen (63′ Bangu), Botta (73′ Roman�), De Francesco; Oggiano, Coralli, Porcino. Allenatore: Zeman

CATANIA (4-3-3): Pisseri, Nava, Bastrini, Gil, Djordjevic; Fornito, Scoppa (85′ Calil), Biagianti; Piscitella (71′ Di Cecco), Paolucci, Russotto (63′ Di Grazia). Allenatore: Rigoli

Reti: 28′ Paolucci, 77′ Bangu.

Ammoniti: Scoppa, Gil, Di Grazia

fonte: catania46.net