Salerno a Calciofoggia.it:”Cellino mi ha cercato”

0
24 views

Fuma il suo sigaro ai bordi del campo in terra battuta del Don Uva. Passeggia lanciando sguardi alla sua squadra che intanto in campo sbuffa e suda agli ordini del tecnico, mentre un gelido vento trasporta qualche goccia di pioggia. Non se ne cura più di tanto. Sembra quasi contemplarla la sua “creatura”, conscio che finalmente qualcosa è cambiato, che la luce si è riaccesa allo Zaccheria. Nicola Salerno non nasconde la serenità che gli traspare dal volto e dalle parole:”Sono contento perchè vedo che la squadra acquista sempre più sicurezza nei propri mezzi. Qualcosa è cambiato”. Una serenità che dal gruppo si trasferisce al pubblico trasformandosi in entusiasmo, alimentato dall´arrivo di Pecchia. “Conoscevo Fabio e non avevo dubbi che ci sarebbe stato di aiuto. Ha giocato dodici anni ad alti livelli ma sempre con grande professionalità e correttezza. Il suo arrivo ha portato una ventata positiva all´interno del gruppo e dell´ambiente in generale. Adesso non ci resta che continuare a lottare per raggiungere il nostro obiettivo. Puntiamo a garantirci i play off, ma se dovesse arrivare qualcosa di più non ci tireremo indietro”. Discorso allettante ma difficile da realizzare visto il ritmo del Ravenna, anche se quella di Pagliari non è l´unica formazione che Salerno teme. “Non è solo la prima una squadra temibile, bensì le prime cinque. Sono tutte compagini di spessore che hanno fatto grossi investimenti e che hanno alle spalle piazze calde ed esigenti”. Salerno sa di aver intrapreso a Foggia un progetto tecnico che avrà possibilità di proseguire direttamente proporzionale ai risultati. Intanto alla porta del ds materano continua a bussare il Cagliari:”Con Cellino non abbiamo rotto i rapporti, ci sentiamo spesso. In Sardegna sono stato tre anni e il presidente mi ha chiesto di tornare in rossoblù. Con il Foggia ho un anno di contratto -dice il ds- e mi sono trovato bene, ma i contratti si fanno in due e va sentita la volontà anche dell´altra parte”. Poi c´è spazio anche per una battuta, quando si parla delle voci sul ds del Campobasso Santone. Salerno commenta sorridendo:”Santone? forse si riferivano a me”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui